La figlia della vedova di David Rossi Carolina Orlandi: “La commissione d’inchiesta è una grande notizia”. A gennaio il via ai lavori

Carolina Orlandi, figlia della vedova di David Rossi Antonella Tognazzi, saluta con grande soddisfazione l’approvazione all’unanimità delle commissioni riunite Giustizia e Finanze della Camera, sulla proposta di istituzione della commissione parlamentare d’inchiesta sulla morte del manager di Mps. Le commissioni giustizia e finanze della Camera dei Deputati hanno “licenziato” ieri la proposta di legge firmata da Walter Rizzetto (Fdi) e datata aprile 2019: adesso la parola passa all’Aula.

“Che le commissioni – dice Carolina Orlandi – abbiano approvato all’unanimità è una grande notizia. Che soprattutto fa ben sperare per la prossima approvazione, quella in aula, la più importante. Il fatto che si sia ritenuto di dover ricorrere a una commissione d’inchiesta evidenzia secondo me che non tutto è stato fatto, che gli errori in queste indagini ci sono stati, che non siamo state delle visionarie come molti volevano far credere. Spero che la commissione d’inchiesta possa lavorare con serietà, avendo come unico obiettivo la verità su ciò che è successo”.

“La buona politica esiste quando ad esercitarla sono persone oneste, e può fare la differenza” ha scritto invece sui social Antonella Tognazzi, in riferimento proprio al lavoro portato avanti da Walter Rizzetto.

“È stato un percorso abbastanza lungo e abbastanza faticoso ma ritengo che insieme al Parlamento abbiamo scritto una bella pagina di storia su una vicenda che ha evidentemente ancora molto da dire. Sono molto soddisfatto sia per Antonella che per Carolina”, moglie e figlia di David Rossi, il capo della comunicazione del Monte dei Paschi di Siena precipitato al suolo dalla finestra del suo ufficio nel 2013 nel bel mezzo di una bufera mediatica, finanziaria e giudiziaria. Sono queste le prime dichiarazioni di Walter Rizzetto (Fdi), primo firmatario della proposta di istituire una commissione parlamentare d’inchiesta sulla morte di David Rossi, dopo il primo via libera ufficiale a questa proposta.

“È stato un percorso abbastanza lungo e abbastanza faticoso – dice il parlamentare – ma oggi ritengo che insieme al Parlamento abbiamo scritto una bella pagina di storia su una vicenda che ha evidentemente ancora molto da dire. Ricostruiremo i fatti e le cause che portarono alla morte di David Rossi e, mi auguro, le eventuali responsabilità di terzi”.

La proposta di istituire la commissione d’inchiesta era stata sottoscritta da esponenti di tutti i partiti. L’ultimo passo è ora il voto finale dell’aula della Camera: “Questo passaggio in aula è una formalità, e questo lavoro, drammaticamente interessante procederà nei prossimi mesi, a partire da gennaio 2021”.

“L’ok delle commissioni Giustizia e Finanze alla proposta di legge per l’istituzione della Commissione d’inchiesta sulla morte di David Rossi rappresenta un passo importante. Quella di Rossi, all’epoca dei fatti capo della comunicazione della banca Monte dei Maschi di Siena, è una vicenda che merita ogni approfondimento possibile affinché possa essere chiarita in ogni suo aspetto. Ci auguriamo che all’esito del dibattito dell’Aula i lavori possano prendere il via”. È quanto affermato, in una nota, da Carla Giuliano, capogruppo del Movimento 5 Stelle in Commissione giustizia della Camera.

“Sono soddisfatto per il via libera all’unanimità alla proposta di istituire la commissione monocamerale d’inchiesta sulla morte di David Rossi, capo della comunicazione della banca Monte dei Paschi di Siena trovato senza vita in strada sotto le finestre del suo ufficio. Quella morte deve essere chiarita fino in fondo non solo per rispetto alla vittima e alla sua famiglia ma anche per i possibili interessi in gioco vista l’importanza della banca senese nel sistema finanziario italiano. È necessario capire se ci furono responsabilità non emerse dalle indagini. A gennaio si esprimerà l’Aula”. Così Mario Perantoni, presidente della commissione Giustizia di Montecitorio, dopo il via libera alla istituzione dell’organismo d’inchiesta votato congiuntamente alla commissione Finanze.

La commissione d’inchiesta che verrà istituita tramite apposita legge come recita la Costituzione, attraverso una legge, avrà la possibilità di svolgere indagini e ricerche, con gli stessi poteri e le stesse limitazioni dell’autorità giudiziaria.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui