Iniziati i lavori dell’ufficio di presidenza, martedì la riunione della commissione sul caso David Rossi

 “Convocheremo i procuratori di Genova e Siena per fare il punto della situazione, la fotografia attuale delle indagini attualmente esistenti o ancora aperte sul caso David Rossi”. A dirlo è il presidente della commissione parlamentare d’inchiesta sul caso della morte di David Rossi Pierantonio Zanettin (Forza Italia), dopo la prima riunione dell’ufficio di presidenza dell’organismo nato lo lo scorso 11 marzo e che si è insediato, con l’elezione dello stesso presidente, il 27 maggio.

L’ufficio di presidenza ha stabilito i primi testimoni da sentire sul caso, che saranno appunto Roberto Aniello, procuratore di Genova e Salvatore Vitello, procuratore di Siena. “La convocazione dei procuratori – spiega ancora Zanettin – servirà per conoscere in maniera puntuale la situazione e a che punto sono eventuali indagini ancora aperte. In questo modo tutta la commissione potrà acquisire gli elementi fondamentali per iniziare il proprio lavoro. E’ il primo ciclo di audizioni che faremo, è stata una mia proposta, ma come ho già avuto modo di sottolineare porterò avanti una gestione collegiale della commissione, con il contributo di tutti, al di là di maggioranza o minoranza”.

Per martedì prossimo è stata invece convocata la riunione (di fatto è la prima) della commissione stessa, visto che l’ufficio di presidenza è l’organo “ristretto” che ha il compito di indicare le strategie e l’agenda dei lavori, che naturalmente poi saranno condivisi con il resto dei venti onorevoli che compongono la commissione.

Nella riunione di ieri mattina a Roma l’ufficio di presidenza si è anche occupato di questioni più formali, come il regolamento interno e la deliberazione su atti e documenti, in sostanza quanto saranno segreti gli atti della commissione. Su questi punti ci sarà una delibera della commissione martedì prossimo. E’ stato anche stabilito di avvalersi del supporto della Guardia di Finanza per l’archiviazione dei documenti.

La commissione parlamentare ha gli stessi poteri della magistratura e a conclusione dei lavori presenterà un documento alla Camera dei Deputati. David Rossi è precipitato dalla finestra del suo ufficio il 6 marzo 2013. Il suo caso è stato archiviato due volte dalla Procura di Siena come suicidio, la famiglia sta lavorando a una nuova riapertura. Da registrare le dimissioni di Luca Sani del Pd, sostituito da Andrea Rossi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui