Cometa Neowise - Andrea Bidossi
Cometa Neowise - foto di Andrea Bidossi

La cometa più brillante degli ultimi tredici anni illumina Siena: le foto del profilo della città nei meravigliosi scatti di Andrea Bidossi

Dall’Osservatorio Astronomico dell’Università di Siena e dagli scatti postati sui social dal suo direttore Alessandro Marchini, lo scorso 14 luglio è giunta la notizia del passaggio, sui cieli senesi, della cometa Neowise

La cometa dalle due code che incanta l’Italia, visibile ad occhio nudo volgendo lo sguardo verso nord ovest – preferibilmente lontani dall’inquinamento luminoso e se posti su un’altura – si è mostrata fino ai giorni scorsi.

Un fenomeno che ha incantato, in queste sere estive, appassionati e non, tutti ammaliati da quell’eccezionale luminosità che fa di Neowise la cometa più brillante degli ultimi tredici anni

Tra gli scatti di fotografi esperti richiamati a immortalare e fermare l’immagine dell’accadimento, anche Adrea Bidossi che ha postato sul suo profilo Instagram immagini incantevoli del già incredibile profilo della città di Siena lumeggiato dal passaggio della cometa.

“Sono nato ed abito a Siena e mi rendo conto dell’immensa fortuna che ho avendo a disposizione, senza fare grandi spostamenti, un’enorme varietà di paesaggi stupendi” ci racconta Andrea Bidossi, esperto da anni di scatti inerenti a paesaggistica naturale ed elementi cittadini. 

“Non sono un astrofotografo – precisa – né tantomeno un esperto in astronomia, ma mi piace fotografare anche il cielo notturno soprattutto interagendo con il paesaggio”. 

La città di Siena, racconta il fotografo, “non è l’ideale per il cielo notturno, in quanto nonostante sia una piccola città genera molto inquinamento luminoso. Ma per la cometa ho voluto comunque tentare perché il passaggio di Neowise è, probabilmente, l’evento dell’anno e chissà se ricapiterà di vedere una cosa del genere: quindi ho voluto provare a fotografarla sfruttando ogni momento libero”. Un lavoro divertente “ma anche complicato – conclude Andrea – soprattutto nella programmazione dello scatto per avere una coincidenza della posizione della cometa e del soggetto. Ma sbagliando s’impara e, alla fine, qualche scatto credo di averlo portato a casa”.

Quando la passione si sposa alla bellezza si generano meraviglie che meritano la condivisone. E il profilo immortalato da Andrea Bidossi della città medievale del Palio, della Torre del Mangia e del Duomo, impreziositi dalla passaggio di una cometa luminosissima, è una di queste meraviglie.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui