Colle di Val d'Elsa
Colle di Val d'Elsa

Per il secondo biennio consecutivo Colle di Val d’Elsa si aggiudica il riconoscimento di ‘Città che legge’ promosso dal Centro per il libro e la lettura

Per il secondo biennio consecutivo Colle di Val d’Elsa si aggiudica il riconoscimento di ‘Città che legge’ promosso dal Centro per il libro e la lettura, che e’ un Istituto autonomo del Mibact, e d’intesa con l’Anci. Con la qualifica di ‘Città che legge’, precisa una nota, si intende promuovere e valorizzare quelle amministrazioni comunali che si impegnano a svolgere con continuità, politiche pubbliche di promozione della lettura sul proprio territorio e riconoscere e sostenere la crescita socio-culturale delle proprie comunità urbane attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva.

“Dalla lettura – spiega il sindaco Alessandro Donati – dipendono lo sviluppo intellettuale, sociale ed economico delle comunitò ed e’ per questo un’attività fondamentale per veicolare saperi, cultura, informazione, per favorire l’integrazione e prevenire l’esclusione sociale delle persone. Sul territorio del comune di Colle l’azione di promozione della lettura e’ svolta con impegno costante dalla nostra Biblioteca comunale Marcello Braccagni”.

“Questo riconoscimento – conclude Donati – premia tutte le persone che operano nella struttura, volontari, giovani del servizio civile, personale bibliotecario che hanno contribuito a rendere Colle di Val d’Elsa una Città che legge”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui