Un provvedimento del Comune, voluto per mettere ordine ai visitatori del Parco Fluviale, ma che ha toccato anche altro

La domenica? Il parcheggio per la messa è al pagamento. Così come per chi va a catechismo o ad un funerale.

Non era probabilmente questo l’intendimento dell’amministrazione comunale di Colle Val d’Elsa, la quale negli ultimi anni si è trovata impegnata anche nella difesa del Parco Fluviale dell’Elsa, oasi verde, dove nasce il fiume madre della Valle e dove moltissimi turisti accorrono in estate.

Proprio per evitare il sovraccarico estivo, che porta con se anche sporcizia, in attesa del nuovo parcheggio, l’amministrazione aveva messo a pagamento gli stalli auto esistenti.

Purtroppo le questioni a Colle sono sempre più complesse del previsto. E così se da una parte si sta ottenendo un risultato…dall’altra purtroppo si sono create difficoltà alla parrocchia di San Marziale, patrono della città del cristallo.

Infatti ad utilizzare il parcheggio, oltre che per le funzioni religiose, anche i genitori dei ragazzi che vanno a vedere le partite al campo sportivo accanto.

Disagio grande anche per gli abitanti della vicina zona di Selvamaggio, i quali ci hanno scritto per far presente i loro problemi.

“Per tutti i cittadini della strada di Selvamaggio, parcheggiare in zona San Marziale è diventato di colpo un privilegio, per tutto il periodo di pagamento nei pressi della chiesa – hanno scritto in una nota – molti parcheggiavano nella zona delle nuove strisce blu durante gli orari delle funzioni religiose, oppure per fare una passeggiata nella stessa zona del parco fluviale. Pensavamo di essere inclusi tra coloro che hanno diritto al parcheggio anche eventualmente con una limitazione d’orario. Ma abbiamo scoperto che siamo cittadini con meno diritti di altri”.

E il mancato accesso alla Chiesa è stata proprio la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Per questo gli abitanti di Selvamaggio chiedono un cambio di rotta all’amministrazione comunale.

Forse la soluzione passa dall’approvazione di un permesso speciale per i residenti del Comune di Colle. Oppure da altri interventi.

Certo è che la situazione, adesso, sta diventando esplosiva.

Paolo Moschi
Un etrusco con gli occhi puntati sulla Valdelsa. Aperto a tutto quanto si muove nelle città e nei paesi a nord di Siena, per raccontare la vitalità di terre antiche e orgogliose, ma anche dal cuore grande

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui