Presente anche il Cardinale Lojudice: la festa coincide con il suo compleanno

I colligiani non sono particolarmente zelanti nella religione. Ma guai a toccar loro San Marziale, da sempre il patrono di Colle val d’Elsa.

Oggi primo luglio si tengono infatti i festeggiamenti patronali, i quali si sviluppano nella frazione di Gracciano, vicino all’antica chiesa che prende il nome del Santo. Già da questa mattina presenti numerose bancarelle e mercatini, anche se la festa entrerà nel vivo dopocena, con la grande affluenza di persone le quali rimarranno in attesa dei fuochi d’artificio.

Dalla mattina era possibile ammirare auto e moto d’epoca, alle ore 21.15, al Centro Commerciale, ci sarà l’esibizione della scuola di ballo Odissea 2001, mentre in Via Goito ci saranno, dalle 21.30, momenti di intrattenimento musicale a cura della Misericordia.

I festeggiamenti erano già cominciati da alcuni giorni, con i quattro “Quartieri” di Gracciano che si sono sfidati in prove sportive, anche in salsa comica, come la corsa dei carretti e il calcio balilla umano.

Questa mattina alle ore 11 la solenne celebrazione liturgica nella Chiesa di San Marziale celebrata dal Cardinale Augusto Paolo Lojudice, una festa che coincide con il giorno del suo compleanno.

Forse sarà questo il motivo per cui S.E. Lojudice è entrato quasi subito nei cuori, solitamente diffidenti, dei colligiani, i quali ricordano non di rado la loro “autonomia” diocesana, con i propri “distinguo” nei confronti dei cugini senesi.

Una legame veramente forte con il proprio Vescovo, che qualcuno ama pensare esser “stato scelto forse da Lassù proprio da San Marziale”, figura storica di santo evangelizzatore, il quale si recava da Roma verso la Francia. Un santo realmente esistito, anche se probabilmente in un’epoca meno antica da quanto riportato da alcune leggende.

A concludere i festeggiamenti di stasera, alle ore 23.30 lo spettacolo pirotecnico, momento al quale i veri colligiani non possono rinunciare.

Paolo Moschi
Un etrusco con gli occhi puntati sulla Valdelsa. Aperto a tutto quanto si muove nelle città e nei paesi a nord di Siena, per raccontare la vitalità di terre antiche e orgogliose, ma anche dal cuore grande

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui