Stamattina l’incontro dell’assessore all’ambiente con i volontari di Assta: “A tutela degli animali ci siamo attivati per il trasferimento a Murlo”

Chiude il canile di Colle Pinzuto. Come aveva riportato Gazzetta di Siena, l’Asl ha ritirato i permessi per la struttura che già da qualche tempo riscontrava delle criticità (tanto che dal 2020 si parla di costruirne una nuova). Il canile sanitario resterà attivo, ma i cinque cani presenti dovranno essere trasferiti a Murlo, a meno che nelle prossime ore non vengano adottati da qualcuno di buon cuore. Questa mattina l’assessore alle aree verdi Barbara Magi ha incontrato i volontari di Assta, l’Associazione Senese Salute e Tutela degli Animali, che si occupa, fra le altre cose, di cura e adozione dei cani e che collabora con la stessa amministrazione comunale.

“Il Comune di Siena è al lavoro per dotare la comunità di un canile di proprietà dell’amministrazione e all’interno del territorio comunale. Siamo venuti a conoscenza della revoca – spiega l’assessore Magi – sono nelle ultime settimane ed era in piedi anche l’ipotesi di una nuova proroga, poi non arrivata. Sono necessari alcuni lavori di adeguamento, che non sono stati effettuati. Il progetto di una nuova struttura, già presentato dal privato, è al vaglio degli uffici competenti, in quanto carente in diversi punti. A tutela degli animali ci siamo attivati per il trasferimento nel canile a Murlo”.

“Al di là di questa situazione – spiega Magi – stiamo già lavorando con gli uffici comunali per trovare un spazio consono all’interno del territorio comunale nel quale approntare un canile, per garantire a Siena un servizio adeguato, come è giusto che sia a tutela degli animali e di tutta la comunità senese. E’ questa, adesso, la priorità dell’amministrazione, e mi impegnerò a fondo affinché il Comune riesca a creare per la prima volta una struttura di sua proprietà, efficiente e sicura. Ho ascoltato le legittime preoccupazioni dei volontari e ho garantito massima collaborazione da parte del Comune di Siena anche nel dialogo con l’amministrazione comunale di Murlo, nel cui canile saranno spostati alcuni esemplari proprio per ovviare alla sopravvenuta situazione”.

“Per quanto riguarda Colle Pinzuto – conclude Magi – vista la revoca dell’accreditamento e la convenzione con il Comune in essere, successiva al bando dei mesi scorsi, stiamo valutando come e se proseguire il rapporto con il privato”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui