Presentata la novantanovesima edizione della Micat In Vertice

E’ stata presentata questa mattina la nuova stagione dei concerti invernali della Chigiana. Il Direttore artistico Nicola Sani si è mostrato molto emozionato ed orgoglioso di presentare la novantanovesima edizione della Micat In Vertice. Ha annunciato inoltre che sono già a lavoro per realizzare quello che sarà il centenario di questo grande evento. Il primo concerto sarà, come tutti gli anni, il 22 di Novembre, in occasione di Santa Cecilia, la patrona della Musica.

“Con grande emozione – afferma il Direttore artistico Nicola Sani – posso dire che questa è la mia stagione più bella. E’ quella che più ho desiderato e atteso per metterci alle spalle la situazione che abbiamo vissuto per due anni. La Chigiana è sempre stata vicina al suo pubblico organizzando una programmazione streaming veramente straordinaria. Siamo stati l’unica istituzione musicale in Italia a proporre una grande stagione di concerti anche negli anni della pandemia. La Chigiana è innovazione, opportunità per i giovani talenti e qualità nel settore della musica. Inaugureremo la stagione con un bellissimo concerto dell’Orchestra Filarmonica “Arturo Toscanini” di Parma che per la prima volta sarà ospite dell’Accademia Chigiana. Sarà una stagione composta da 15 concerti, quattro Orchestre, tanti giovani e molte bellissime nuove proposte”.

Saranno quindici i concerti in programma per questa stagione che si aprirà proprio il 22 di Novembre e terminerà il 7 di Maggio. La serata inaugurale proporrà un concerto interamente dedicato alla musica di Ludwig van Beethoven, di cui lo scorso anno si sono festeggiati i 250 anni dalla nascita.

“E’ la prima volta – sostiene l’assessore Sara Pugliese – che io partecipo alla presentazione della Micat In Vertice. Quest’anno sarà come una sorta di rinascita, sia culturale che artistica. L’Accademia Chigiana ha creato un ricco calendario di eventi, molti di questi concerti verranno effettuati all’interno dei tratti comunali proprio a simboleggiare una grande sinergia con il Comune di Siena. Mi auguro che questo possa servire per riportare il pubblico nelle sale. Domani verrà presentata anche la nuova stagione teatrale 2021-22 e mi sento di fare un invito a tutti i senesi a tornare a vivere la cultura della propria città. Una città che, a livello internazionale, è conosciuta proprio per il suo patrimonio storico e artistico”.

Sono Lorenzo Vullo, un ragazzo di 23 anni, nato a Siena e laureato in Scienze Politiche e relazioni internazionali. Mi piace lo sport, la cultura, la politica e ho molto interesse per le nuove forme di comunicazione. Nel mio breve percorso lavorativo ho uno stage presso la redazione giornalistica di Radio SienaTV.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui