KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

Nuovo appuntamento venerdì 21, sabato 22 e domenica 23 luglio in Piazza Castelli, in località San Gusmè

Castelnuovo. ‘Il Paradiso è sempre altrove’ è questo il titolo dello spettacolo teatrale, che nasce dal progetto di collaborazione italo-tedesco tra il teatro St. Pauli di Amburgo e il teatro Vittorio Alfieri. L’evento si terrà venerdì 21, sabato 22 e domenica 23 luglio in Piazza Castelli, in località San Gusmè, in occasione della rassegna estiva Chianti Festival, l’evento organizzato dai comuni di Castelnuovo Berardenga, Castellina in Chianti e Gaiole in Chianti con la collaborazione della Fondazione Toscana Spettacoli onlus.  

Il programma. Sarà un weekend all’insegna della cultura e del teatro capace di mettere insieme attori professionisti e non, in uno spettacolo interessante capace di rubare l’attenzione negli occhi di chi osserva. La collaborazione nasce da un progetto internazionale italo-tedesco con il teatro Vittorio Alfieri di Castelnuovo Berardenga e il teatro St. Pauli, prestigiosa struttura che si trova ad Amburgo, in Germania, con il sostegno della Regione Toscana. A salire sul palco saranno nomi celebri del mondo del teatro come Adriana Altaras, Daniela Morozzi, Gianni Ferreri, Anna Meacci, Peter Franke e Stefano Santomauro che si esibiranno insieme agli attori non professionisti della Compagnia del Bruscello. La regia dello spettacolo vanta firme celebri del mondo del cinema e del teatro, come il regista Ulrich Waller, oppure Dania Hohmann e Matteo Marsan.

Il paradiso è sempre altrove. ‘Il paradiso è sempre altrove’ è il terzo progetto del ‘Teatro della Memoria’ italo-tedesco iniziato nel 2014 dai registi teatrali Matteo Marsan, Dania Hohmann, Ulrich Waller e dal regista cinematografico Eduard Erne. Per quasi dieci giorni, attori, musicisti e cantanti italiani e tedeschi si riuniranno per rievocare un altro capitolo della storia comune dei due paesi in una tranquilla piazza di un borgo in Toscana: Piazza Castelli di San Gusmè. La particolarità è che attori professionisti italiani e tedeschi, insieme a un gruppo di attori dilettanti, si calano nei personaggi e provano a recitare la storia insieme, in entrambe le lingue, rendendo così possibile viverla in modo diverso, nel vero senso della parola. Perché grazie al linguaggio teatrale si possono sperimentare incomprensioni, ferite, turbamenti, ma anche la nostalgia dell‘altra cultura in modo diretto e fisico, nel senso di un modello catartico e antico di teatro. Tutto è iniziato nel 2013, quando Hohmann e Waller cercavano un modo per commemorare i morti della strage del Palazzaccio, podere non lontano da San Gusmè. I due registi tedeschi conoscevano il gruppo teatrale “Cantiere del Bruscello” di Castelnuovo Berardenga e avevano già assistito a diversi spettacoli della compagnia. È stato più per un caso che sono entrati in contatto con Matteo Marsan, il regista del gruppo. È nata così l‘idea di realizzare insieme uno spettacolo sulla memoria: ‘Albicocche Rosse’, la storia di un paese toscano del 1940-44. La ricerca – incentrata sulle interviste ai sopravvissuti al massacro del Palazzaccio – per il progetto è diventata anche la base per il film ‘La guerra dimenticata’, realizzato insieme a Eduard Erne, che ha utilizzato anche parti dello spettacolo. Il metodo di lavoro, che è stato poi riutilizzato anche nei progetti successivi, si è basato su ricerche approfondite, soprattutto interviste a testimoni oculari, che poi sono confluite nella successiva crea-zione del testo.

Informazioni. Gli appuntamenti del Chianti Festival prevedono un biglietto di 10 euro, intero, e 8 euro, ridotto. Per usufruire della riduzione, è necessario presentarsi all’ingresso con un biglietto di un altro spettacolo della rassegna. Per informazioni e prenotazioni, è possibile contattare il numero 0577-351345 (dal lunedì al venerdì dalle ore 15 alle 19); il numero 331-3964978, anche via WhatsApp, oppure scrivere all’indirizzo di posta elettronica info@teatrovittorioalfieri.com. Per essere sempre aggiornati su tutti gli appuntamenti, è possibile seguire anche la Pagina Facebook Chianti Festival oppure visitare il sito www.toscanaspettacolo.it.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui