Vittorio Sgarbi in visita alla Galleria dei Canopi, ubicata nel piano interrato del Museo Civico Archeologico

Toccata e fuga del noto critico d’arte e sottosegretario del Ministro della Cultura nella cittadina termale

Un freddo pomeriggio di domenica, sotto il cielo nuvoloso della bassa Toscana, ha portato comunque un raggio di luce a Chianciano Terme. A sorpresa infatti, al noto ed importantissimo Museo Civico Archeologico, si è presentato Vittorio Sgarbi, uno dei più importanti critici d’arte italiani, oggi anche sindaco di Arpino e sottosegretario del Ministro della Cultura. Da sempre un’eccellenza assoluta del territorio, aperto per la prima volta ventiquattro anni fa – nel 1997 –, esso contiene la più importante collezione al mondo di canopi, i vasi funerari in forma umana che attirano turisti e appassionati provenienti da tutto il mondo. Prima di quell’anno, il palazzo di quattro piani dove oggi è ubicato il museo apparteneva alla famiglia Simoneschi, e veniva utilizzato come granaio o vinsantiera.

L’arrivo nel paese incastonato tra Valdichiana e Val d’Orcia è stato piuttosto improvvisato: nei video pubblicati su Facebook da Roberto Esposito – tra l’altro il primo a svelare la sua candidatura a sindaco nelle prossime elezioni comunali -, Sgarbi è apparso piuttosto di fretta ma, sotto la guida di Paolo Dell’Agnello (tra i fondatori dell’Associazione GeoArcheologica), è rimasto estasiato dalle bellezze presenti al museo. Tra questi, ad esempio, la splendida biga in bronzo con doppio tiro probabilmente guidata da Diana Selena, dea protettrice delle acque, definita dal critico “meravigliosa, di una qualità assoluta. Un capolavoro indimenticabile“. Il critico d’arte, che ieri ha Milano ha presentato il suo ultimo libro “Michelangelo. Rumore di paura”, ha effettuato la sosta nella cittadina termale sia per vedere le bellezze del Museo delle Acque, da sempre apprezzato dagli studiosi del periodo, sia per spezzare il tragitto verso Viterbo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui