Il calendario degli eventi di Chianciano è stato presentato alla Sala Mescita del Parco Acquasanta, uno dei simboli della cittadina termale

I due artisti faranno parte della rassegna “Chianciano Terme da Vivere”. Oltre a loro, tante iniziative di rilievo

Saranno due mesi ricchi di eventi quelli che andranno a caratterizzare Chianciano Terme nell’estate appena sopraggiunta. Le feste enogastronomiche di inizio e fine giugno qui “Du’ Pici sotto le stelle” e la Festa di San Giovanni, organizzate rispettivamente dagli Amatori Pici Chianciano e dall’Associazione Culturale La Campana, hanno fatto da apriporte ad una serie di eventi che si succederanno nel paese termale quasi ogni giorno della settimana, dagli inizi di luglio alla fine di agosto. La maggior parte di essi vede la collaborazione e di diverse associazioni del territorio, della Proloco di Chianciano Terme e delle Terme di Chianciano.

Da segnalare, tra quelli più importanti, “Chianciano Terra di Mezzo”, che questo fine settimana onorerà i 50 anni dalla scomparsa dello scrittore JRR Tolkien, e la rassegna di dieci eventi musicali dal titolo “I suoni di Silene”: c’è grande attesa poi per la rassegna “Chianciano Terme da Vivere”, che tra gli altri porterà al Teatro Caos lo spettacolo di Caterina Guzzanti (l’8 luglio) e il cantante Giuliano Palma nella serata finale (20 agosto) della 21° edizione della Festa della Musica. Un calendario che abbraccia molte zone della città – dalla Rinascente al centro storico – e valorizza il paese in tutto e per tutto, dandogli nuova e ricca linfa vitale.

“È una giornata particolare – ha detto il sindaco Andrea Marchetti durante la conferenza stampa di presentazione -, che mi rende felice ed orgoglioso di questa amministrazione e di tutte le associazioni che organizzano eventi nel paese. È un punto di arrivo per quello che è stato fatto in questi anni e credo anche di partenza, perché abbiamo sempre sostenuto che per risolvere problemi complessi ci vogliono sistemi organizzati e devo dire che oggi, per la prima volta, abbiamo implementato un sistema organizzato. L’idea di costruire questa rete pubblico-privata nel bando che poi ha assegnato a Pirene la valorizzazione del territorio è stata fondamentale, così come lo è aver messo insieme oggi tutti coloro che animeranno l’estate chiancianese per fare un cartellone unico“.

“Sono eventi – ha aggiunto – che negli anni passati ci sono sempre stati ma non sono mai stati messi a sistema e mai pubblicizzati tutti insieme, quindi c’era un’offerta sparsa che non rendeva nemmeno l’idea di quello che si faceva in questa città. Finalmente oggi ce l’abbiamo – ha concluso -, abbiamo un’offerta che può soddisfare tanto il turista quanto i residenti o chi vive intorno a Chianciano. Sarà importante non solo l’opera dei giornalisti, che in qualche modo ci aiuteranno a divulgare l’estate chiancianese, ma chiediamo anche che si faccia passaparola, che si scriva sui social e che se ne parli di persona. Avremo finalmente la possibilità di passare un’estate col sole, all’insegna dello svago, e un programma del genere fa al caso di tutti per passare belle giornate in tranquillità e serenità“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui