L’otto marzo la proposta di legge per l’istituzione di una commissione d’inchiesta va in discussione in aula

L’annuncio di Walter Rizzetto, parlamentare di Fratelli d’Italia, è arrivato nella tarda serata di ieri. Il prossimo otto marzo è stata calendarizzata la discussione in Parlamento sull’istituzione di una commissione di inchiesta per il caso David Rossi, il manager del Monte dei paschi di Siena precipitato dalla finestra del suo ufficio il 6 marzo 2013.

Dopo alcuni slittamenti e l’iter in commissione congiunti giustizia e finanze, in cui il testo della proposta di legge non è stato praticamente modificato, si arriva dunque in Aula. In linea teorica la commissione potrebbe cominciare a lavorare sul caso di Rossi, archiviato per due volte come suicidio dalla Procura della Repubblica, entro la metà del 2021.

La commissione d’inchiesta che verrà istituita tramite apposita legge, come recita la Costituzione, avrà la possibilità di svolgere indagini e ricerche, con gli stessi poteri e le stesse limitazioni dell’autorità giudiziaria.

“Ci siamo – commenta la vedova di Rossi, Antonella Tognazzi – Grazie Walter Rizzetto, grazie On.le Francesco Lollobrigida (capogruppo Fratelli d’Italia, ndr), per aver reso possibile tutto ciò e so che in quella commissione porterete la vostra integrità e tutti quei valori che vi contraddistinguono umanante e professionalmente”.

Nel primo articolo della proposta di legge, quello relativo alla istituzione e alle funzioni della Commissione, si legge “è istituita, per la durata della XVIII legislatura (quella attuale, ndr), ai sensi dell’articolo 82 della Costituzione, una Commissione parlamentare di inchiesta sulla morte di David Rossi avvenuta il 6 marzo 2013 a Siena, con il compito di: ricostruire in maniera puntuale i fatti, le cause e i motivi che portarono alla caduta di David Rossi dalla finestra del proprio ufficio della sede storica di Rocca Salimbeni e le eventuali connesse responsabilità di terzi; esaminare e valutare il materiale raccolto dalle inchieste giornalistiche sulla morte di David Rossi e indagare sulle vicende a lui collegate come denunciate e rese pubbliche attraverso le medesime inchieste; analizzare le modalità e l’attendibilità dell’operato delle amministrazioni dello Stato, anche in relazione alle inchieste della magistratura; riferire alle Camere l’esito dell’inchiesta”.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui