Pacciani (Uisp): “I costi sono insostenibili, a fine mese chiudiamo”. L’assessore allo Sport del Comune di Siena: “Faremo in modo di tamponare la situazione”

Le piscine dell’Acquacalda chiuderanno il 30 settembre a causa del caro bollette. E’ questa la triste notizia annunciata da Simone Pacciani della Uisp Siena: “E’ un disastro – afferma – le bollette sono triplicate ma gli incassi sono gli stessi. Già dopo il Covid non abbiamo ricevuto contributi e quindi adesso con la crisi energetica non sappiamo come fare“.

Una brutta notizia per tutti coloro che hanno sottoscritto l’abbonamento, ma soprattutto per i lavoratori: “Quelli con contratto dipendente andranno in cassa integrazione – spiega Pacciani – i lavoratori sportivi invece sono a casa e non so come faremo a dargli una mano. Le nostre risorse sono limitate, sono mesi che stringiamo i denti. Le piscine sono un bene sociale, spero che il Governo e il Comune possano sostenerci”.

Ai microfoni della Gazzetta di Siena l’assessore Benini ha subito spiegato come interverrà l’amministrazione comunale: “Siamo in contatto continuo con la Uisp. Il Comune ha messo a disposizione una somma di oltre un milione per le emergenze energetiche – spiega Benini -, ma bisogna fare delle distinzioni, non si possono fare delle distribuzioni a pioggia. La piscina ha dipendenti e accoglie tante famiglie quindi svolge un ruolo sociale. Nel decreto aiuti dovrebbe esserci qualcosa per questi soggetti, ma come Comune faremo comunque uno sforzo per tamponare la situazione. Non so se ce la faremo per il 30 ma c’è la volontà di trovare una soluzione c’è”.

In vista dell’inverno al preoccupazione per le bollette riguarda tutte le famiglie ma anche gli impianti sportivi: “Le piscine sono quelli più energivori – spiega Benini – sono quindi quelli che pagano un costo maggiore. Ma a Siena c’è una particolarità. La città paga il prezzo delle precedenti amministrazioni, visto che tutti gli spazi d’acqua sono stati concessi ad un unico ente che ha fatto miracoli, ma non può sempre riuscirci”.

Sono nato a Melito di Porto Salvo (RC) e mi sono diplomato al Liceo Classico di Reggio Calabria. Dopo la maturità, ovvero sia più di sei anni fa, mi sono trasferito a Siena, una città che ormai è più di una seconda casa. Qui ho conseguito una laurea triennale in Scienze Politiche e una magistrale in Scienze Internazionali e Diplomatiche. Da sempre appassionato alla scrittura, il mio proposito è quello di raccontare ciò che mi accade intorno in modo obiettivo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui