Il cardinale Lojudice era stato derubato, i carabinieri ritrovano la refurtiva e Sua Eminenza li ringrazia

Il cardinale Augusto Paolo Lojudice era stato derubato di telefoni cellulari, passaporto diplomatico e agende, asportata da un ladro dall’interno della sua auto. Il cardinale stava celebrando la messa. Il cardinale, dopo aver celebrato la messa nella cripta dell’Osservanza in occasione di ‘Officine 2024’ che ha visto l’arrivo a Siena di 200 capi scout, una volta giunto alla sua auto si è accorto che il vetro era rotto e la sua borsa era stata trafugata. L’auto di Lojudice aveva la targa del corpo diplomatico ma questo non ha intimorito chi ha deciso di sfondare il vetro per commettere il furto. 

I carabinieri hanno immediatamente avviato indagini che in appena tre giorni hanno portato al ritrovamento della refurtiva. Il cardinale ha voluto quindi ringraziare gli uomini dell’Arma.

“Sua Eminenza desidera esprimere un particolare ringraziamento all’Arma dei Carabinieri per il solerte e tempestivo intervento e la consueta e preziosa collaborazione. Sappiamo di poter sempre contare sull’immediato soccorso e rassicurante supporto e aiuto dell’Arma dei Carabinieri e di tutte le Forze dell’Ordine”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui