cani guida

Cani guida: cercasi famiglie volontarie per l’affidamento temporaneo dei cuccioli. Primo requisito? Amare gli animali

“La nostra Scuola Cani guida per ciechi, struttura della Regione Toscana unica nel panorama nazionale, è alla ricerca di nuove famiglie che si rendano disponibili per tenere in affidamento per circa un anno e mezzo uno dei meravigliosi cuccioli”. Lo ha spiegato il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, condividendo l’appello lanciato dalla scuola nazionale cani guida per ciechi.

Nelle prossime settimane, infatti, nasceranno i meravigliosi cuccioli destinati a diventare guide e che avranno necessità di trovare un affidamento per il periodo di un anno e mezzo.

I requisiti per fare richiesta

Amare gli animali (e, in particolare, i cani), aver voglia di prendersi un impegno a favore di persone disabili o fragili, avere disponibilità di tempo e vivere a non oltre un’ora di viaggio dalla Scuola (la cui sede si trova a Scandicci) sono le caratteristiche essenziali per poter aderire al programma di affidamento cuccioli.

La scuola ormai da anni si avvale della collaborazione di famiglie volontarie per educare e socializzare i propri cuccioli destinati a diventare dei meravigliosi cani guida per le persone non vedenti che ne fanno richiesta. Durante il periodo dell’affidamento le famiglie si occupano di educare e socializzare il cucciolo in ambiente cittadino per abituarlo alle varie situazioni che incontrerà quando sarà un cane guida.

Cani guida e da allerta medica

Da quest’anno, novità assoluta, alcuni cuccioli selezionati (quattro in arrivo ad aprile) saranno istruiti anche per diventare cani da allerta medica: amici a quattro zampe capaci di ‘fiutare’ crisi glicemiche che saranno messi a disposizione di bambini diabetici nell’ambito di un progetto in cui è coinvolto direttamente l’ospedale pediatrico Meyer di Firenze. Una funzione ‘salvavita’, ma anche un aiuto per una maggiore autonomia e indipendenza della persona.

Tutte le spese riguardanti il mantenimento e la cura veterinaria del cane sono a carico della Regione Toscana e, è bene precisarlo, le famiglie sono costantemente affiancate dagli istruttori della Scuola che sono a loro completa disposizione per ogni tipo di supporto e di aiuto.

Attualmente sono circa 80 le famiglie coinvolte nel programma affidamento, ma la Scuola è sempre alla ricerca di nuovi volontari per sopperire a tutte le richieste ed abbattere i tempi di attesa.

Come fare richiesta

Nei prossimi mesi arriveranno alla scuola un bel numero di nuovi cuccioli, alcuni di razza Labrador e alcuni di razza Golden retriever. C’è quindi un grande bisogno di famiglie che si rendano disponibili per questa originale e bellissima forma di volontariato.

Per avere tutte le informazioni necessarie relativamente all’affidamento dei cuccioli è possibile contattare la Scuola dal lunedì al sabato, dalle 7.30 alle 13.00, al numero 055/4382855 o all’indirizzo mail scuola.cani.guida@regione.toscana.it.

È possibile, inoltre, consultare la pagina dedicata all’Affidamento cuccioli, nella quale è disponibile anche il modulo da compilare per aderire al programma.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui