ll progetto “I sentieri del gusto”:  dieci ristoranti del territorio e altrettante aziende vitivinicole che si fanno conoscere nei diversi borghi della provincia

Mettere insieme l’ottimo cibo, il vino di qualità e le storie personali. Capire come la Toscana si è costruita, nel tempo, la fama di regione tra le più apprezzate d’Italia: anche a tavola.

Ecco quello che è all’origine del progetto “I sentieri del gusto”:  dieci ristoranti del territorio e altrettante aziende vitivinicole che si fanno conoscere nei diversi borghi della provincia. “I ristoranti sono i luoghi dove storia, tradizioni e territorio si incontrano per proporre un racconto sensoriale del territorio senese”. A spiegare l’idea è Elena Lapadula responsabile del Centro Assistenza Tecnica alle Imprese di Confcommercio Siena.

Un’edizione, quella del 2021, iniziata la scorso 16 settembre. Per capire di più abbiamo voluto sperimentare concretamente l’atmosfera di una serata. 30 settembre: temperatura estiva, cielo stellato quello della prima periferia di Poggibonsi e 40 persone circa sedute presso il ristorante “L’Angolo del Chianti”. Il vino è il “Chianti Colli Senesi Docg” della “Tenuta Squarcialupi La Castellina”.

Gli odori e i sapori si intrecciano con le storie di chi nella propria attività imprenditoriale ci ha investito tutto il progetto di una vita. Danilo Guglielmucci è il ristoratore e gestisce un luogo che, come ci racconta, fino al 1950 circa, era un deposito di legname: “il 24 giugno scorso, dopo aver visto approdare diverse gestioni, abbiamo voluto fortemente prendere in mano il timone dell’attività, del nostro futuro”. I risultati si vedono.

E’ una storia di passione anche quella di Cosimo Bojola, un giovane che da subito l’impressione di essere innamorato del proprio lavoro: “oggi presentiamo 4 vini. Tre rossi e un vinsanto di cui siamo orgogliosi”. I nonni, poi i genitori, ora lui: “c’è calore in quello che facciamo. Il corso degli eventi riguardanti la nostra  famiglia corre parallelo alla storia della nostra cantina”.

E non sono solo loro i protagonisti della serata. Luana Calonaci e Massimiliana Quartesan – Federazione Italiana Somelier Albergatori e Ristoratori – hanno il compito di far apprezzare il vino anche a chi non è particolarmente esperto di aromi, colori e profumi e/o accostamenti. La loro professionalità esalta il tutto.

Non resta che pagare il conto. Nessuna brutta sorpresa anche in questo senso.

Ecco i prossimi appuntamenti: San Quirico d’Orcia ospiterà il cartellone il 7 ottobre al Ristorante da Ciacco con il vino Orcia Doc dell’Azienda Agricola Bagnaia che proporrà ai visitatori di Tra Borghi e Cantine una degustazione per l’assaggio di cinque vini con visita della cantina e al vigneto da novembre 2021 a maggio 2022. La settimana successiva, giovedì, 14 ottobre,  a Castellina in Chianti con l’Antica Trattoria la Torre e il vino Chianti Docg della Tenuta di Lilliano che proporrà uno sconto sulle degustazioni e sugli acquisti effettuati presso il punto vendita aziendale dal 1 novembre 2021 fino a 28 febbraio 2022 a tutti i partecipanti alla serata. Il 21 ottobre Tra Borghi e Cantine sarà di nuovo a Bettolle, al Ristorante Redaelli con il vino Nobile di Montepulciano Docg dell’Azienda Le Bertille che omaggerà i clienti della serata di uno sconto su acquisti presso la cantina, utilizzabile dal 1 novembre al 31 dicembre 2021. L’ultimo giovedì di ottobre, il 28, Tra Borghi e Cantine si sposta all’Osteria del Conte, a Montepulciano, con il vino Nobile di Montepulciano Docg dell’Azienda Contucci che proporrà uno sconto su acquisti fatti in cantina, utilizzabile fino al 31 dicembre, ai clienti della serata.

Il 4 novembre è la volta di San Gimignano, al Ristorante La Stella con il vino Vernaccia Docg dell’Azienda Agricola Signano. I partecipanti alla serata potranno visitare l’azienda e avere uno sconto sugli acquisti in cantina da novembre a fine dicembre. L’ 11 novembre l’appuntamento è all’Osteria il Granaio a Rapolano Terme con il vino Orcia Doc ed il Brunello dell’azienda Donatella Cinelli Colombini, che proporrà visita e degustazione di un vino per Casato Prime Donne e Fattoria del Colle, dal 1 novembre al 15 dicembre per un gruppo minimo di sei persone.

Tra Borghi e Cantine chiude il 18 novembre visitando di nuovo San Gimignano con il ristorante Pietrafitta e la Vernaccia Docg delle aziende Tenuta la Vigna, Palagetto srl e agriturismo Mormoraia. L’azienda Tenuta La Vigna offre uno sconto, ai clienti della serata, che vorranno visitare la tenuta, dal 19 novembre 2021 al 30 giugno 2022.

Per informazioni è sufficiente scrivere a elapadula@confcommercio.siena.it. Il costo a persona dei menù oscillano tra 30 e 40 euro. Tutto il programma è anche sul sito www.borghiecantinesiena.it

(Nella foto scatto fatto in occasione della serata del 30 settembre
)

Giornalista ed operatore della comunicazione nel pubblico impiego. Vive a Siena città che vede crescere i suoi figli. Adora il calcio anche se lo pratica più con la penna che con la palla.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui