Archiviato il fine settimana calcistico, ecco i migliori 11 che sono scesi in campo su tutti i campi dilettantistici, dalla Serie D alla Terza Categoria

VIVOLI (Pianese, Serie D girone E): col Cannara ottiene il secondo clean-sheet in quattro partite giocate. È straordinario il modo in cui, a più riprese, si getta a terra per salvare il risultato contro una delle squadre più sottovalutate del campionato. Se rimane lucido e continua su questa falsariga può ripetere quanto fatto da Benedettini qualche anno fa, che da difendere i pali della Pianese passò a quelli del Novara in Serie B (e della Nazionale di San Marino).

SUSINI (Virtus Biancoazzurra, Seconda Categoria I): risolve in mischia il complicatissimo match giocato all’aeroporto di Asciano, uno dei campi più grandi della provincia. Primo punto per la Virtus dopo il riposo alla prima giornata.

CORSETTI (Sinalunghese, Eccellenza C): chiude definitivamente il big-match contro la Fortis Juventus, coronando una prestazione coi fiocchi. Già dall’anno scorso si è preso pian piano il posto da titolare nei rossoblu, e quest’anno sembra essere uno degli insostituibili di Argilli (da cui, per ovvi trascorsi calcistici, può imparare moltissimo).

SANTINI (San Miniato, Prima Categoria H): tra i pochi difensori a segnare nel weekend calcistico. È il secondo gol che segna con la maglia neroverde in due anni: clamoroso il fatto che il primo l’abbia segnato contro la Sancascianese lo scorso 11 ottobre 2020…un anno e un giorno prima rispetto a quello segnato ieri contro il Torrenieri.

BIANCHI (Staggia, Seconda Categoria I): precisione infinita nei due gol segnati su rigore contro un Monteroni che, malgrado i super acquisti estivi in fase offensiva, sembra proprio non aver ancora trovato la quadra. Neroverdi primi a sei punti: probabilmente non ci avrebbero creduto nemmeno loro.

GAZIANO (Montalcino, Promozione D): prestazione sontuosa al “Soccorso Saloni” per annientare il Chiusi condita da un’inzuccata su assist di Volentieri. L’anno scorso non ha avuto tempo di mostrare al pubblico biancoverde le sue qualità, ma si sta riprendendo già il tempo perso.

GUERRINI MA. (Olimpic Sarteano, Seconda Categoria N): due rigori e un assist nei sei gol biancazzurri segnati al malcapitato Sant’Albino. Se esistesse un fantacalcio dilettantistico sarebbe senz’altro uno dei più voluti dai fantallenatori: in una squadra così, poi, le giocate vengono anche più naturali.

MAZZOLLI (Poggibonsi, Serie D girone E): meravigliosa la parabola su punizione con cui riporta il Poggibonsi in vantaggio sul campo del Flaminia Civitacastellana. Una traiettoria che non può far tornare alla mente le punizioni di Del Piero e di Juninho Pernambucano; i giallorossi salgono a quota 7 punti: un inizio di campionato davvero niente male.

VODO (Vescovado, Terza Categoria Siena): un curriculum di tutto rispetto che lo ha portato ad assaporare, pochi anni fa, i campi della Serie A e B albanese. Che sia un giocatore sopra le righe per la Terza Categoria, insomma, non si discute, e lo ha dimostrato già rifilando due marcature al Montallese. Può essere cruciale, tra i gialloneri, per ambire a qualcosa di importante.

MASSOLI (Cetona, Seconda Categoria N): torna a segnare dopo la tripletta in coppa contro il Città di Chiusi. Stavolta ci mette un po’ più tempo a prendere le misure dell’eccelso Terontola: il gol al 90′, però, vale tutto il tempo perso in precedenza. Dopo la sconfitta col Fratticciola arriva una vittoria: il Cetona sarà la scheggia impazzita del campionato di Seconda.

BERNACCHI (Fontebelverde, Prima Categoria F): 5 gol in 4 partite ufficiali e un titolo di capocannoniere da rincorrere, come già successo le scorse stagioni col Sorano. Doveva essere il “nuovo” D’Addario, alla fine si é ritrovato a spartirsi l’attacco proprio con D’Addario: una coppia micidiale per la Prima Categoria.

All. DEL GOBBO (Olimpic Sarteano, Seconda Categoria N): arrivato un po’ all’improvviso dopo la separazione – altrettanto all’improvviso – da Michele Zamperini, ha plasmato un team che ha grandi singoli e che si sta dimostrando una squadra prima di amici e poi di calciatori. 14 gol segnati in 4 partite tra campionato e Coppa e soltanto due gol subiti: praticamente un Zeman che sa fare anche la fase difensiva.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui