“Coloriamo Buti con i nostri colori ” questo l’invito del Seggio di Sant’Antonio a Buti

“Coloriamo Buti con i nostri colori ” questo l’invito del Seggio di Sant’Antonio alle contrade ed ai butesi, esporre ed indossare i propri colori, da domani, 7 gennaio, colorare balconi e finestre con stendardi e bandiere, indossare giubbotti e sciarpe, che a Buti, sostituiscono i fazzoletti come segno di appartenenza alla propria contrada

Così anche l’unica piazza che nel 2020 ha effettuato la propria corsa tradizionale si allinea agli altri Palii e si prepara a giornate da vivere diversamente, proprio nell’anno in cui ricorre il cinquantennale del Palio corso con le contrade, poiché le origini della corsa dei cavalli si perdono invece nelle tradizioni contadine della festa di Sant’Antonio. Non ci sarà il Palio d’inverno, il primo della stagione, quel Palio così differente dagli altri perché si corre a sella, ma così irrinunciabile proprio perché segna l’inizio di una lunga stagione di corse e Palii che tradizionalmente si chiude in settembre.

Difficile immaginare Buti, anche Buti senza Palio, senza i riti che scuotono il paese ai piedi del Monte Serra, un pugno di case di cui le 7 contrade  costituiscono l’anima ed il motore. In un mondo non travolto da una pandemia domenica prossima ci sarebbe stata l’estrazione delle batterie e la riconsegna da parte di Ascensione, vincitrice nel 2020 con Umatilla e Simone Fenu, della statua di Sant’Antonio nella pieve. Poi la settimana del Palio, scandita dalle previsite, dalla cena itinerante nelle contrade del venerdì coi piatti tradizionali butesi, la viglia del sabato con le cene e la presentazione delle accoppiate. Nella prima mattina della domenica, all’alba il paese si sarebbe diviso letteralmente per la stesura della terra, poi le colazioni a base di trippa, la benedizione di Sant ‘Antonio ed infine il Palio la domenica, nel primo pomeriggio. All’ arrivo sul palo della finale, sarebbe iniziata la primavera. 

Eleonora Mainò

La foto di copertina è dell’Associazione fotografica la Torre.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui