Gli aneddoti e le curiosità ora a disposizione di ipovedenti e non vedenti

Aneddoti e fatti curiosi sul Bravìo delle Botti di Montepulciano, raccolti nel recente libro “L’è tutto sbagliato, l’è tutto da rifare”, di Antonio Garosi, messi a disposizione di ipovedenti e non vedenti.

L’azione, di grande valore sociale, si è resa possibile grazie all’iniziativa della sinalunghese Elena Ferroni, consigliera regionale dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti che, dopo aver partecipato, ad agosto, alla presentazione della pubblicazione, propose a Garosi di “dare voce” a quanto stampato sulla carta. L’autore aderì subito alla richiesta e proprio in queste ore il Bravìo delle Botti, con le sue vicende, è entrato nel catalogo della piattaforma libroparlatoonline.it, curato dal Centro nazionale “Francesco Fratta” di Roma.

L’audiolibro è quindi a disposizione dei disabili visivi che, producendo la necessaria certificazione, possono registrarsi, scaricare il testo dal sito ed ascoltarlo, naturalmente a costo zero; sono 45 minuti di vicende per lo più divertenti o curiose, interpretate dall’attore, speaker e doppiatore (sua la voce prestata, tra gli altri, ad Harvey Keitel) Ivano Bini che, nell’occasione, ha lavorato presso il centro di produzione di Firenze.

Il titolo di Garosi, codificato con il numero 97237, si trova insieme ad altri 25.530, tra cui quelli che portano le firme di Manzoni, Gadda, Verga, Camilleri, Simenon o Edgard Allan Poe: indubbiamente una compagnia prestigiosa!

“Sono veramente soddisfatto del risultato raggiunto grazie all’iniziativa di Elena Ferroni” commenta il poliziano Antonio Garosi. “Aver messo a disposizione di ciechi e ipovedenti il mio libro mi inorgoglisce. E sono anche lusingato dal fatto che la mia opera sia inclusa in un catalogo di così grande valore. Credo che, grazie a questa operazione, il Bravìo, una manifestazione che amo, possa acquisire nuovi estimatori. La sfida tra le contrade di Montepulciano è fatta, certamente, di colori, di spettacolo, di luce; ma è anche pervasa di suoni, di profumi, di un’atmosfera che va oltre la percezione garantita dai sensi tradizionali. Quindi auguro a chi si imbatte nel mio libro non più solo buona lettura ma anche buon ascolto”.

“L’è tutto sbagliato, l’è tutto da rifare” (titolo che riprende una famosa espressione del grande campione di ciclismo Gino Bartali) è stato presentato ad agosto 2023, in occasione dell’ultimo Bravìo delle Botti, ed ha incontrato subito grandi consensi per l’originalità della sua costruzione e la freschezza dei testi. L’autore è andato infatti a bussare alla porta di ognuna delle otto contrade per farsi raccontare curiosità, aneddoti, vicende curiose, talune inedite, che rischiavano di essere dimenticate. Le ha riprodotte ed ha poi aggiunto altri testi e articoli (uno sulle origini, mai definitivamente chiarite, dell’edizione contemporanea della manifestazione) nonché gli ormai suoi celebri sonetti che, in rima, tratteggiano personaggi e fatti, anche passati, della storica sfida. Ora la pubblicazione è un audiolibro alla cui realizzazione ha dato senza esitazioni il proprio consenso anche lo stampatore, Tipografia Madonna delle Querce di Montepulciano.

Antonio Garosi è alla sua seconda esperienza editoriale (il primo libro che ha pubblicato è K550, del 2019, raccolta di racconti gialli) ed ha anche scritto numerosi articoli sportivi e racconti nonché romanzi con i quali ha ottenuto riconoscimenti e premi, ultimo in ordine di tempo, nel 2022, con il romanzo “Un giallo per Samantha”, in lizza nel concorso “Autori per l’Europa”.

Il libro sul Bravìo è disponibile presso la Libreria Centofiori di Montepulciano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui