Un'istantanea del "bagnato" Giro Donne odierno

La decisione è stata presa dopo che 80 delle 167 cicliste avevano già concluso il tracciato

È clamoroso quanto successo a Chianciano Terme, in occasione della prima tappa del Giro Donne 2023, la più importante competizione ciclistica italiana e tra le maggiori del mondo. Che dovesse piovere lo si era capito anche dai bollettini diramati dalla Protezione Civile nella giornata di giovedì – che annunciavano l’allerta arancione su quasi tutta la Toscana nella giornata odierna -, ma obiettivamente non si pensava che ne venisse giù così tanta. Così, dopo che diversi centimetri di acqua e grandine avevano già allagato il percorso rendendo impossibile il proseguimento della gara, si è optato per l’annullamento della tappa: in quel momento già 80 delle 167 atlete iscritte avevano concluso la crono-gara, con l’italiana Letizia Paternoster che guidava la classifica (5 minuti e 41 secondi) davanti alla pluricampionessa Annemiek Van Vleuten, distante solo 5 centesimi.

“A causa di temporale – ha scritto la direzione di gara in un comunicato – con grandine e delle strade impraticabili (acqua, fango e terra), la Prima tappa è stata inizialmente interrotta e successivamente cancellata. La decisione è stata presa congiuntamente dalla Direzione di Organizzazione, il Collegio dei Commissari, il CPA e il rappresentante dei team. L’ordine di marcia delle ammiraglie per la 2^ tappa (Bagno a Ripoli – Marradi, ndr) viene determinato sulla base del ranking indi individuale del UCI Women’s World Tour delle atlete partenti. Le squadre che non hanno atlete partenti nel ranking sono posizionate in coda in base al loro ordine di iscrizione”.

Dopo qualche minuto anche l’assessore comunale Damiano Rocchi ha voluto commentare la notizia sul suo profilo social: “Il maltempo è stato indubbiamente l’assoluto protagonista della prima frazione del Giro Donne 2023 che vedeva Chianciano Terme ospitare la carovana rosa; dopo infatti due sospensioni delle partenze della cronometro individuale sul circuito cittadino, la direzione ed i commissari di gara hanno deciso di annullare definitivamente la tappa. Dispiace, molto. Sia ovviamente sul lato sportivo, che per tutti coloro che – direttamente ed indirettamente – sono stati coinvolti nell’organizzazione e gestione di tutte le operazioni connesse alla manifestazione. Dopo l’eccezionale evento meteo che impedì l’apertura del Trofeo CONI, oggi il temporale estivo che ha indotto l’annullamento della prima tappa del Giro Donne 2023. Chianciano Terme ha sempre creduto e continuerà a credere nello sport e negli eventi sportivi, rispetto ai quali a questo punto potremmo dire che la cittadina vanta sicuramente un credito”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui