Braccagni (Costone): “Partita che fa male, adesso andiamo a vincere con Laurenziana”. Sprugnoli (Mens Sana): “Se qualcuno aveva ancora dubbi, abbiamo dimostrato di essere una squadra unita”

E’ raggiante a fine gara il coach della Mens Sana Pierfrancesco Binella dopo la vittoria nel derby con il Costone che consegna il passaggio nella Poule A. “L’atteggiamento mi è piaciuto tantissimo – ha detto a fine partita il coach della Mens Sana Pierfrancesco Binella – forse aumenta il rammarico per quanto fatto a Terranuova, ma in questo momento prevale la soddisfazione per la partita vinta. La Poule A? Non avevamo chiarissimo quale potesse essere l’impatto con questa categoria, siamo neopromossi con ragazzi molti giovani. Siamo molto contenti, siamo partiti bene, normale avere delle difficoltà nel girone di ritorno. Oggi mancavano due giocatori importanti, chi è sceso in campo li ha sostituiti molto bene. Santini? Viene da un percorso di formazione molto alto, ha qualità e abbiamo scelto di portarlo perché poteva far canestri di questo tipo. Partita nervosa e cattiva? E’ stato un derby come tutti, deciso da episodi, poteva andare bene a noi o a loro, c’è stato un pizzico di fortuna, ma l’economia della gara l’abbiamo sempre condotta. Abbiamo sempre difeso durante il campionato, oggi abbiamo trovato una giornata anche oltre le nostre caratteristiche da tre punti, ma abbiamo sempre avuto una discreta attitudine difensiva. Molto bene in attacco nelle letture e nei momenti decisivi”.

“Fa male questa sconfitta – ha detto il coach del Costone Francesco Braccagni – ma non dovevamo arrivare a giocarci gli ultimi tiri. Noi dovevamo vincere in tutti i modi, il derby era molto sentito, ha influito un po’ di tensione. Ho cercato di tenere tranquilli i ragazzi, ma questo non ha pagato, siamo stati nervosi, ci hanno messo subito sotto e la Mens Sana è stata brava a giocare in maniera cinica nei primi due quarti e siamo sempre andati in difficoltà. Ci è mancato ritmo offensivo, soprattutto i primi due quarti. Abbiamo dovuto rincorrere, grande merito a loro, anche se la partita poi l’avevamo rimessa in piedi. Dovevamo comunque vincere con Laurenziana in qualsiasi modo, questa è una partita che fa male e dobbiamo ritirarci su”.

“Abbiamo dimostrato ancora una volta di essere una squadra unita – ha detto Andrea Sprugnoli – devo fare i complimenti a tutti. Siamo venuti qui consapevoli di avere delle assenze. Ma siamo una squadra e se qualcuno aveva dei dubbi stasera lo abbiamo dimostrato. La Poule A? Siamo tranquilli, ma non staccheremo il pedale. Visto tutto quello che è successo, siamo ripartiti senza Matteo Perin che doveva avere le chiavi dell’attacco, abbiamo inserito Duccio Benincasa fermo da un anno, adesso andiamo nella Poule A”.

“E’ stata una gioia incredibile – ha detto a fine partita Matteo Santini – è stata una partita tosta, sono contento del risultato di squadra e individuale. Testa adesso alla prossima gara. Sono contento a livello personale e di squadra”.

Le parole del coach biancoverde Pierfrancesco Binella, del coach gialloverde Francesco Braccagni e dei giocatori della Mens Sana Andrea Sprugnoli e Matteo Santini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui