L’assessore comunale alla scuola: “Fatto salvo il diritto di sciopero, credo sia stata inopportuna la scelta nel settore della scuola in questa fase delicata”

L’assessore comunale alla scuola Paolo Benini interviene sullo sciopero della funzione pubblica di oggi. “Mi soffermo sulla scuola, settore di mia competenza e dove c’è stata un’adesione importante – ha detto Paolo Benini – Oggi in zona arancione sarebbe stato il giorno del ritorno in presenza per le scuole medie. Al di là della valutazione generale e fatto salvo il diritto di sciopero, anche se lo ritengo uno strumento un po’ obsoleto, mi pare abbastanza singolare che si metta uno sciopero il 9 dicembre in un momento in cui c’è gente chiusa, che non ha lavoro e che non incassa. In particolare nella scuola si va a colpire un settore in cui ci sono attenzioni fortissime da sempre, sulla riapertura e quant’altro. E si vanno a colpire per le scuole di infanzia le fasce dei più piccoli”.

“Credo che il giorno – conclude Benini – e alcuni settori come quello scolastico, in particolare nel settore dei più piccoli, sia da giudicare quantomeno una scelta inopportuna”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui