“La scelta di non partecipare al bando ministeriale è frutto di una precisa strategia amministrativa”

“Sulla mancata richiesta fatta dal Comune di Siena per accedere ai contributi del bando ministeriale PinQua (DL 395 del 16/9/2021) sulla riqualificazione urbana, già oggetto di un’interrogazione in consiglio comunale, vorremmo precisare che la scelta di non partecipare è frutto di una precisa strategia amministrativa”. E’ quanto spiegano Francesca Appolloni, assessore alle politiche abitative e Sara Pugliese assessore ai lavori pubblici del Comune di Siena.

Il Programma del bando in questione è promosso al fine di concorrere alla riduzione del disagio abitativo, conparticolare riferimentoalle periferie. Nello specifico è finalizzato ariqualificare e incrementare il patrimonio destinato all’edilizia residenziale sociale, rigenerare il tessuto socio-economico, migliorare l’accessibilità, la sicurezza dei luoghi e la rifunzionalizzazione di spazi e immobili pubblici, migliorare la coesione sociale e la qualità della vita dei cittadini.

Il Comune aveva interventi già predisposti (vedi nuovi alloggi ERP SienaCasa) ed ha deciso di puntare quindi sul Bando Rigenerazione Urbana che meglio si confaceva alla strategia ed ai bisogni della città. Per gli interventi di rigenerazione urbana, volti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, nonché al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale, il Comune ha presentato 15 progetti per un ammontare di 20 milioni di euro”.

“Il contributo in questione è stato richiesto per la realizzazione di singole opere pubbliche o insiemi coordinati di interventi pubblici anche ricompresi nell’elenco delle opere incompiute – spiega l’assessore Pugliese – volti a ridurre i fenomeni di marginalizzazione, degrado sociale e a migliorare la qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale. Tutti interventi previsti dal Programma Triennale dei Lavori Pubblici”.

Undici i bandi ai quali il Comune di Siena ha partecipato nel primo semestre 2021. Di alcuni si conosce già l’esito. Tra quelli vinti il BandoAnci Mediaree, il Bando Urbact C e il Bando della Regione Toscana “Centomilaorti”.

In attesa di conoscere l’esito relativo al Bando Rigenerazione Urbana (fondi PNRR 15 interventi per 20 milioni di euro), Bando del Ministero della Cultura “Creative Living Lab”, Bando del Ministero della Famiglia “Educare in Comune” (attività per minori), Bando del Ministero della Cultura sul Fumetto, Bando Sport&Salute, Bando della Regione Toscana “Città murate”, “Patrimonio Storico” e “Connettività banda ultralarga”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui