Banca Mps è costretta a rimandare a data da destinarsti la modifica dello Statuto, a causa del mancato accertamento a cui essa è subordinata

Arriva la comunicazione di Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. (Mps) ai propri Azionisti. L’oggetto della comunicazione può sintetizzarsi nell’annullamento della votazione indetta per la parte straordinaria dell’assemblea previste per il 6 aprile ed inerente alla modifica statutaria.

Non essendo pervenuto, al 1° aprile, il provvedimento di accertamento di cui agli articoli 56 e 61 del Testo Unico Bancario (D. Lgs. n. 385 del 1 settembre 1993), al cui ottenimento è subordinata la modifica statutaria posta al primo e unico punto dell’ordine del giorno della parte straordinaria dell’Assemblea del 6 aprile 2021, avente ad oggetto ‘Modifica dell’art. 23 comma 1 dello Statuto sociale; deliberazioni inerenti e conseguenti’, detto argomento non sarà oggetto di trattazione, né di votazione in occasione della suddetta Assemblea.

La Banca si riserva comunque di inserire tale proposta di modifica allo Statuto all’ordine del giorno della parte straordinaria di una successiva assemblea.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui