Bonuccelli: “Dopo il gol non abbiamo reagito”. Guidotti: “L’apice delle nostre ultime prestazioni”

La Sinalunghese torna alla vittoria dopo un mese e mezzo, e lo fa contro una delle sorprese del girone E di Serie D. Il Badesse è sembrato irriconoscibile, ma sulla squadra biancoazzurra pesa molto il fitto calendario dovuto ai recuperi delle partite rinviate per i casi di Covid di marzo. Le parole di Vitaliano Bonuccelli, allenatore della squadra di Monteriggioni, non lasciano spazio a interpretazioni: “Domenica abbiamo fatto un pari importante, ma la Sinalunghese ha fatto una grande gara. All’inizio eravamo partiti discretamente – commenta l’ex Massese -, abbiamo avuto qualche situazione dove potevamo andare in vantaggio ma dopo aver preso gol non abbiamo reagito bene. Abbiamo provato a rimetterla in piedi, ma la squadra oggi ha pagato moltissimo le ultime partite. E’ difficile dare continuità di prestazione: dobbiamo rialzare la testa e mettere insieme i cocci, perché questa è una sconfitta pesante”.

Abbiamo fatto una fase di non possesso dove dovevamo essere più aggressivi – aggiunge Bonuccelli -, in questo momento anche gli attaccanti fanno fatica ad essere dietro ai difensori. Nella ripresa abbiamo fatto dei cambi, ma anche chi è entrato aveva una condizione precaria. Abbiamo sofferto molto gli avversari: oggi la differenza è stata che loro avevano un passo diverso. Probabilmente – conclude, un po’ dispiaciuto per la prestazione – questo è dettato da una condizione che attualmente non è ottimale”.

Dopo l’allenatore del Badesse è stata la volta del difensore Pietro Manganelli: “Fisicamente giocare ogni tre giorni non aiuta, ma non è nemmeno un alibi. Bisogna trovare il modo per reagire – dice l’ex Scandicci -, oggi la squadra ha reso al di sotto delle sue potenzialità. Dal campo sembra tutto difficile: quando ti aspetti una partita e ne viene fuori un altra diventa più dura, ma bisogna rimboccarsi le mani velocemente perché non c’è nemmeno il tempo di piangersi addosso. Credo che la squadra sia abbastanza matura per non farsi condizionare, c’è un girone da giocare e siamo ampiamente in corsa per riuscire ad arrivare tra i primi cinque“.

In casa rossoblu, a salire agli onori delle cronache è stato Alessio Guidotti, allenatore in seconda di Simone Marmorini, oggi squalificato. “E’ stata una partita interpretata molto bene, l’abbiamo preparata su due binari e siamo stati bravi a condurla per gran parte dell’intera gara. Abbiamo giocato un ottimo calcio, siamo stati bravi tatticamente – commenta Guidotti – anche sulla conquista della palla, in cui cercavamo sempre di servire i nostri attaccanti esterni per giocare alle spalle dei centrali o per cercare l’uno contro uno“. Tanta voglia e determinazione di vincere, per un gruppo che sta cercando di risalire la china: “Sono dei ragazzi eccezionali, dal punto di vista umano poche squadre ne hanno. Sono contentissimo soprattutto per loro, hanno cercata la vittoria: non era facile dopo lo scivolone col Grassina, in cui potevamo meritare il pareggio. E’ dal San Donato che abbiamo dato segnali di ripresa, oggi è stato l’apice delle nostre ultime prestazioni”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui