Decisione presa alla luce dell’andamento epidemiologico e delle misure anti Covid, ma non tutti sono d’accordo

Il Palio dei ciuchi 2021 di Asciano, in programma per domenica 12 settembre, si terrà a porte chiuse. E’ stata questa decisione, comunicata con un post sulla pagina Facebook del comune a scatenare una vivace polemica che ha preso forma nei commenti al suddetto post e che sembra tutt’altro che esaurita.

Una scelta che è stata fatta alla luce dell’andamento epidemiologico, delle misure di contenimento anti Covid e tenendo conto che la presenza del pubblico comporta che qualcuno debba prendersi la responsabilità civile e penale del rispetto delle regole, come previsto nel nuovo DPCM in vigore dal prossimo 7 agosto.

Come si legge nel social, “la decisione è stata unanime al termine dell’incontro tra Amministrazione Comunale, Associazione Contrade di Asciano e Magistrato delle Contrade”, ma è proprio l’unanimità che fa discutere.

I Priori e i rappresentanti delle Contrade ci tengono a sottolineare che in realtà la scelta è stata fatta a maggioranza, risicata tra l’altro. Il sindaco Fabrizio Nucci, dal canto suo spiega che “nell’incontro di venerdì scorso, erano state presentate due possibilità: correre a porte chiuse, o correre con la presenza contingentata del pubblico. Fu espressamente detto dai rappresentanti delle contrade, che si sarebbero riunite, che avrebbe prevalso la decisione presa a maggioranza e successivamente tale decisione sarebbe stata riportata all’amministrazione in modo unanime. E così è stato”.

Andando oltre la ‘querelle’ del modo in cui si è arrivati a questa soluzione, c’è da mettere d’accordo i più “integralisti” che pensano che non si debba correre a prescindere visto il momento, quelli che “senza pubblico la festa non ha senso” e quelli che invece la vedono come un segnale positivo di ripartenza, anche senza la partecipazione delle persone.

Trovare una sintesi sembra tutt’altro che facile, tant’è che lo stesso primo cittadino afferma: “Visto che questa decisione sembra scontentare tutti, possiamo ancora decidere di non fare nulla. È bene chiarire che l’amministrazione comunale non ha nessun interesse a fare correre il palio dei ciuchi”. Ecco… non l’avesse mai detto. Ora si che la polemica infuria!

Se il palio del ciuchi di Asciano si farà o meno è ancora tutto da vedere.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui