Sbranate delle pecore a Vescona: “Serve intervento immediato, a rischio il lavoro degli allevatori”

Una vera e propria mattanza senza fine che ormai non lascia più scampo alle pecore e agli imprenditori che hanno fatto, con sacrifici, investimenti nel corso degli anni. I lupi sono arrivati dentro agli allevamenti e per gli ovini non c’è più scampo. Ultima, in ordine di tempo, l’uccisione di diversi capi in un allevamento di Vescona, nel comune di Asciano.

“Di fronte agli assalti continui a greggi di pecore e allevamenti, la situazione non è più sotto controllo ed è diventata insostenibile – sottolinea il sindaco Fabrizio Nucci. – Non c’è più tempo da perdere: occorre che la politica e gli enti preposti prendano coscienza della situazione e si arrivi ad interventi risolutivi, in grado di riportare la presenza del lupo nei nostri territori a quella di anni fa, quando era ancora sostenibile”.

“Gli allevatori – spiega ancora il sindaco– sono esasperati; scoraggiati di vedere perdere il frutto del loro duro lavoro e dei loro investimenti. Si rischia la chiusura degli allevamenti ed anche il conseguente abbandono dei territori, con danni ambientali, economici ed occupazionali. Per questo – conclude Nucci – è indispensabile e urgente un intervento per la cattura e l’allontanamento di questi predatori dalle aree vocate e interessate da allevamenti, pena la messa in crisi di un intero settore economico”. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui