L’assessore Pastorelli: “Purtroppo, secondo quanto previsto dalla Delibera della Regione Toscana è fatto divieto assoluto di eseguire trattamenti di disinfestazione adulticida programmati perché considerati dannosi per gli impollinatori”

Per un’efficace prevenzione e controllo è in corso la disinfestazione per contrastare la proliferazione delle zanzare nel periodo estivo ma, con l’obbligo di osservare quanto stabilito da una delibera della Regione Toscana, con modalità differenti rispetto agli scorsi anni.

Gli interventi con anti larvali, viene effettuato utilizzando il prodotto Device TB-2 compresse che interferisce con la formazione di chitina nella cuticola delle larve di zanzare bloccandone il normale processo di muta. Gli effetti dell’applicazione sulle larve di zanzare sono visibili dopo 2-4 giorni con il trattamento che viene effettuato nelle aree pubbliche e nei fossi.

“Purtroppo, secondo quanto previsto dalla Delibera di Giunta della Regione Toscana n. 582 del 23 maggio 2022, è stato fatto divieto assoluto di eseguire trattamenti di disinfestazione adulticida programmati a calendario e continuativi. Questo perché il trattamento adulticida è stato considerato, secondo la delibera, come dannoso per gli impollinatori, il cui danneggiamento si configurerebbe tra i reati ambientali di tipo penale” sottolinea l’assessore con delega alla salute e all’ambiente Marcello Pastorelli.

Per una buona efficacia e durata del trattamento, quindi, nella situazione attuale è fondamentale anche la collaborazione dei cittadini rispettando buone pratiche anche nelle aree private, evitando qualsiasi ristagno di acqua che possa favorire la formazione delle larve, in particolare all’interno dei tombini di piazzali, orti e giardini, e tenendo giardini, orti e altri spazi esterni di pertinenza privata sgombri da folta vegetazione, erbacce, sterpi e rifiuti di ogni genere.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui