Una catena alberghiera ha fatto rinascere lo storico treno che avrà fra le sue tappe anche Siena

L’idea è stata della multinazionale alberghiera Accor Group: rilanciare in chiave italiana il lusso e la magia dell’Orient Express. Certo non è il percorso tradizionale, quello che nel 1883 collegava  Londra, nel Regno Unito, a Istanbul, in Turchia, e che è stato attivo fino al 1977, ma promette lo stesso lusso, comodità, e una buona dose di mistero.

Dopo quasi mezzo secolo la Accor Group ha deciso di rimettere il treno su rotaie, ma italiane, con il nome di “Oriente Express La Dolce Vita“. Attraverserà l’Italia da nord a sud, oltre a tre destinazioni internazionali (Parigi, Istanbul e Spalato) e riceverà i suoi primi passeggeri alla fine del 2024. In Italia si viaggerà su un totale di 16mila km di binari, di cui 7mila non elettrificati.

I passeggeri potranno scegliere tra otto itinerari, della durata di una o due notti, che mettono in mostra il meglio del Paese. Possono, ad esempio, scegliere il percorso che attraversa i vigneti della Toscana, tra Roma e Montalcino, o le meraviglie del Mar Tirreno, tra Roma e Palermo, percorrendo tutta la costa della Sicilia.

Il ventaglio di tratte disponibili comprende anche due corse notturne: una tra Roma, Venezia e Portofino e un’altra che termina a Siena.

“Oriente Express La Dolce Vita” dell’antico predecessore avrà solo il nome, la magia, ed il lusso. Il nuovo treno si ispira al periodo romantico transalpino degli anni ’60 e ’70, i decenni della Dolce Vita, con decori e design abbinati. Ognuno dei sei treni avrà 12 lussuose cabine private, 18 suite e una davvero speciale, Honor. All’interno ci sarà spazio anche per un moderno ristorante.

La ristorazione sarà uno dei punti di forza dell’esperienza. Si parte la mattina con la colazione “Grand Tour d’Italie” che verrà servita direttamente al letto con porcellane pregiate e tovaglie bianche. Si prosegue poi con il tè del pomeriggio e la cerimonia del tè officiata da Yu Hui Tseng, ambasciatrice dei tè Orient Express e primo maestro donna del tè nella storia della Cina. Si prosegue poi con l’aperitivo nella carrozza bar, tra vini e cocktail. Infine la cena, la grande soirée, evento culmine dell’esperienza che si svolge nella carrozza ristorante, con piatti, menu e vini ispirati alle tappe del viaggio in corso.“

Non ci saranno quindi Hercule Poirot e Agatha Christie, ma un’atmosfera più moderna, ispirata al momento del boom economico del paese, ma di grande elaganza.

Le prenotazioni sono già iniziate. L’esperienza è unica, sia per la location che per le eccellenze culinarie che propone, ma anche il prezzo non è proprio economico: partono da 2.000 euro a notte, in una cabina di lusso, ma sono compresi tutti i pasti, le bevande e le escursioni, nonché gli hotel Oriente Express di Roma e Venezia che sono in apertura.

Lascio agli altri la convinzione di essere i migliori, per me tengo la certezza che nella vita si può sempre migliorare

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui