Il Comune apre lo Sportello Famiglia: un nuovo spazio per i cittadini

Il Comune apre lo Sportello Famiglia; un nuovo spazio dedicato ai cittadini e alle famiglie senesi. Si trova in via del Casato di Sotto, all’interno del Palazzo Ottieri della Ciaia, e l’obiettivo è quello di aiutare le giovani famiglie più bisognose. Si tratta di aiuti connessi ai diversi aspetti della vita quotidiana.

“I bonus che oggi abbiamo mostrato – afferma Francesca Appolloni, assessore al sociale del Comune di Siena – sono ulteriormente cresciuti a seguito della crisi da pandemia. Inoltre sottolineo che tutti questi bonus non sono fini a se stessi, ma rientrano in un progetto organico di servizio al cittadino, in sinergia con il territorio. Oggi quindi, oltre ai singoli bonus, presenteremo anche lo sportello famiglia, il lavoro di mappatura per le esigenze emerse causa Covid, e il nuovo portale che si inserisce all’interno del sito del Comune di Siena. E’ un servizio che cerca di corroborare quella sinergia che serve per dare risposte concrete ed efficaci. Il dialogo con le famiglie è consistito nell’ascolto dei loro bisogni e delle necessità. Abbiamo molti partner che ci hanno aiutato nel completamento di questo percorso che sono: Questit, Vernice, Codesign e Pangea. A maggior ragione in un momento di crisi, se vogliamo trasformare la crisi in un’opportunità, dobbiamo serrare i ranghi, e ciascuno ha il dovere di mettersi al servizio della comunità“.

L’altra grande novità è la costruzione del sito web www.sienafamiglia.it, una piattaforma rivolta ai cittadini e aperta al dialogo per raccogliere opinioni, criticità e opportunità. Il progetto “Obiettivo Famiglia” vuole contrastare le criticità socio economiche causate dalla pandemia. L’amministrazione comunale ha già messo in campo 1.317.613 euro; cifra che sarà destinata ad aumentare per soddisfare le esigenze dei cittadini.

“E’ un’operazione sociale – sostiene Luigi De Mossi – ed amministrativa. Credo che in questo momento ci sia la necessità di fornire delle risposte alle famiglie. E’ un’iniziativa legata non solo alla pandemia ma si rivolge a tutte le persone che in questo momento si trovano in diffcoltà. Quasi 500 mila euro sono stati erogati per il bonus spesa. Questo testimonia, da una parte l’attenzione delle famiglie per quanto riguarda il risparmio; dall’altra una grande difficoltà economica. Bisogna immedesimarsi in chi ha figli piccoli e si ritrova in condizioni di non sapere quello che potrà succedere domani. Queste richieste quindi ci danno anche la misura della paura che c’è per il futuro. Noi vogliamo mettere in condizioni questo territorio di non aver paura del futuro.

Sono Lorenzo Vullo, un ragazzo di 23 anni, nato a Siena e laureato in Scienze Politiche e relazioni internazionali. Mi piace lo sport, la cultura, la politica e ho molto interesse per le nuove forme di comunicazione. Nel mio breve percorso lavorativo ho uno stage presso la redazione giornalistica di Radio SienaTV.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui