Appello di Augusto Paolo Lojudice dopo la “chat dell’orrore”: il “si” dell’assessore alla sanità e ai servizi sociali

Arriva il “si” dell’assessore alla sanità e servizi sociali del Comune di Siena, Francesca Appolloni, all’appello lanciato dall’arcivescovo Augusto Paolo Lojudice dopo la vicenda della chat degli orrori.

“Da parte mia – spiega Appolloni al quotidiano “La Nazione” – c’è la massima disponibilità ed apertura a collaborare con tutte le autorità e la Curia per portare un messaggio che vada a difendere l’idea di persona, dal concepimento fino al momento della morte naturale. Un’età critica come quella della adolescenza, che tra l’altro è sempre più precoce tanto da trasformare ragazzini in adulti con armi spuntate, ha bisogno di tutti i supporti e gli aiuti possibili. Fare rete è fondamentale al fine di trovare forme e sostegno ai giovani. Per questo posso ribadire che il Comune è pronto a fare la sua parte insieme alle famiglie e alla Chiesa”. L’assessore ha anche confermato all’arcivescovo Lojudice che sarà fatto un bando per individuare il garante dei minori e dell’adolescenza.  

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui