E’ ai domiciliari in provincia di Siena: aggressione avvenuta a Firenze

Un 80enne è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. Secondo quanto ricostruito, ha picchiato la moglie colpendola ripetutamente in testa con una statuetta in metallo raffigurante padre Pio del peso di oltre un chilo, procurandole una ferita per la quale e’ stata medicata al pronto soccorso con 18 punti di sutura. L’episodio è avvenuto ieri in provincia di Firenze.

L’anziano è stato posto agli arresti domiciliari un’abitazione di sua proprietà in provincia di Siena. L’aggressione è avvenuta nella casa dove l’anziana coppia vive insieme al figlio, alla nuora e alle nipoti.

In passato, in base a quanto riferito dal figlio, l’80enne si era già reso protagonista di episodi di violenza verso la moglie, che però non lo aveva mai denunciato. Da tempo, proprio a causa del suo atteggiamento violento, i due vivevano separati, lei col figlio e lui in una casa di proprietà nel senese. Era tornato da poco a Firenze a causa dell’emergenza Coronavirus.

Ieri, credendo che i familiari fossero tutti fuori, ne ha approfittato per aggredire l’anziana moglie, senza apparente motivo. Cosiì ha afferrato la statuetta, è sceso al primo piano dell’abitazione, dove si trova la camera della donna, e l’ha colpita. A soccorrere la vittima, che ha riportato una prognosi di 10 giorni, sono state le nipoti, che si trovavano in casa e hanno sentito le sue grida. La scena è stata in parte ripresa anche dalle telecamere di sorveglianza installate all’interno dell’abitazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui