Domenica il Comune di Siena ha partecipato all’ottantesimo anniversario della fucilazione dei partigiani di Scalvaia

Il Comune di Siena era presente domenica 10 marzo alla manifestazione a Monteaperti per ricordare l’ottantesimo anniversario della fucilazione dei partigiani di Scalvaia. La manifestazione si è svolta a Monteaperti, con il corteo istituzionale che si è dipanato fino al Monumento ai Caduti, dove si è svolta la celebrazione ufficiale con il sindaco di Castelnuovo Berardenga Fabrizio Nepi e il presidente della sezione Anpi di Siena Filippo Lambardi. Insieme al Gonfalone del Comune di Siena, a rappresentare l’amministrazione comunale è stato il presidente del Consiglio Comunale Davide Ciacci. La cerimonia, organizzata dal Comune di Castelnuovo Berardenga e dalla sezione castelnovina dell’Anpi “Vittorio Carnasciali”, è stata accompagnata dalle note della Banda di Castelnuovo Berardenga.

I partigiani uccisi l’11 marzo 1944 a Scalvaia in seguito a un rastrellamento fascista furono Giovanni Bovini, Alizzardo e Alvaro Avi, Lilioso Antonucci, Ezio Filippini, Aldo Mari, Azelio Pieri, Cesare Borri, Faustino Masi, Ermanno Fabbri e Solimano Boschi. A loro si aggiunse il francese Robert Haudin, che morì il 12 marzo per le ferite riportate. Altri partigiani vennero catturati e condotti alla Caserma Lamarmora, dove quattro di loro (Adorno Borgianni, Primo Simi, Tommaso Masi e Renato Bindi) furono condannati a morte dopo un processo sommario e fucilati il 13 marzo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui