Il professionista senese Andrea Sampoli protagonista del concorso indetto dal Fondo Internazionale per la Fotografia. Due gli scatti premiati nella categoria ‘matrimoni’

Mille sfumature di emozioni esplodono da due scatti in bianco e nero. I lavori del fotografo senese Andrea Sampoli salgono sul podio dell’edizione 2022 del contest fotografico indetto da FIOF, il Fondo Internazionale per la Fotografia e associazione più importante d’Europa per i fotografi professionisti.

Una Menzione d’Onore e un terzo posto tra i vincitori 2022 del Fiof Italy International Photography Awards. Sono questi i riconoscimenti che Sampoli si porta a casa dopo aver conquistato gli occhi e il cuore di una giuria che ha premiato le sue foto selezionandole tra quelle di professionisti provenienti da ogni parte del mondo. “Questi riconoscimenti – ha detto Andrea Sampoli – sono una grandissima soddisfazione personale e professionale. Ho partecipato al concorso con quattro scatti, due quali sono risultati vincitori nella categoria ‘matrimoni’, l’ambito intorno al quale ruota, da anni, tutta la mia attività”.

Sampoli, già selezionato tra i migliori 100 fotografi di matrimoni nel mondo e tra i primi 10 in Italia, ha presentato al concorso due lavori del 2019. “La regola fondamentale del contest – ha spiegato – è che le fotografie ritraggano cerimonie vere, dove il professionista è commissionato da clienti. Lo scatto che si è aggiudicato il bronzo nella categoria ‘Vincitori 2022′, è l’emblema di come semplici dettagli possono trasmettere grandi significati. Le mani degli sposi sono le protagoniste dello scatto che, intrecciate l’una all’altra e sorrette dal cane in primo piano, raccontato l’amore e la tenerezza del matrimonio pur escludendo i volti degli sposi”.

“A ricevere la Menzione d’Onore – ha continuato Andrea Sampoli – è stata invece una fotografia che ho scattato durante un matrimonio in provincia di Arezzo. Ho immortalato un momento dolce e delicato dove la sposa, interrompendo brevemente la cerimonia, ha allattato sua figlia. Entrambe le fotografie – ha spiegato il professionista – sono in bianco e nero, una caratterista che rende le immagini estremamente poetiche e grazie alla quale l’osservatore può concentrasi sul significato più profondo della foto”.

Premi che emozionano e che arrivano da una giuria del tutto speciale. “A rendermi ancora più entusiasta – ha detto Sampoli – è il pensiero che le mie foto siano state giudicate da grandi personalità del panorama fotografico attuale, come Francesco Cito e Ivo Saglietti. Questi fotografi sono gli stessi su cui baso molte delle lezioni che tengo come docente all’Istituto Modartech, artisti sui quali faccio scrivere le tesine ai miei allievi. Perché prenderli come esempio? perché il mio obiettivo, come insegnante e professionista, è cercare di recuperare la cultura dell’immagine, andando in contrasto alla tendenza attuale che predilige l’immediatezza alle tecniche compositive ed emozionali”.

Progetti futuri? “Migliorarsi sempre”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui