Possibili novità a breve sul futuro di Ampugnano dopo la consegna da parte di Michelotti del dossier al viceministro alle infrastrutture Bignami

Potrebbero arrivare a breve novità sul futuro di Ampugnano dopo che a fine 2023 l’onorevole Michelotti ha consegnato un dossier al viceministro delle infrastrutture Bignami. L’aeroporto senese potrebbe finalmente diventare un piccolo polo di atterraggio per jet privati, aerei da quattro posti a dieci posti, non invasivi per il territorio ma importantissimi per uno sviluppo del turismo di alto livello.

Una soluzione molto lontana da quella fantasiosa dei 4milioni di arrivi all’anno di qualche anno fa, quando Siena si dava obiettivi molto superiori alle sue potenzialità. Sicuramente più realistica e sostenibile, ma soprattutto utile.

Da tempo Carlo Panerai, presidente di Delta Aerotaxi, ha presentato un progetto di investimento di 17 milioni su Ampugnano. Una cifra che sembra alta ma necessaria solo per l’adeguamento della struttura e della strumentazione, predisponendo la possibilità del volo notturno.

Senza che nessuno se ne accorga, nel 2023 ad Ampugnano ci sono stati 400 tra atterraggi e decolli. Non ne hanno risentito né l’ambiente né i residenti della zona. La stima della società Delta Aerotaxi è di 2mila movimenti all’anno. Non aerei di linea, solo piccoli aerei privati. E casomai una pista di atterraggio per piccoli elicotteri, totalmente assente in tutta la provincia.

Il turismo ricco ormai si sposta così. Non con treni impossibili a Siena, nemmeno con le auto su strade sempre più disastrate (la Siena-Firenze ne è un esempio). Scelgono una meta di prestigio, e nella provincia di Siena di ricchi resort ce ne sono tantissimi. Prenotano un aerotaxi e un Ncc che li attende all’arrivo.

Proprio ieri si è svolto a Reggio Emilia il convegno dedicato agli aeroporti minori. Hanno partecipato il Direttore Generale Enac, Alessio Quaranta, l’Amministratore Unico di Enac Servizi, Mauro Campana e il Direttore Centrale Programmazione Economica e Sviluppo Infrastrutture Enac, Claudio Eminente.

“Ci siamo resi conto che è possibile coniugare la vocazione aeronautica con le altre attitudini delle infrastrutture aeroportuali” ha detto il Dg. “Nell’ottica di una nuova visione degli aeroporti minori, l’Enac ha costituito una società in house, Enac Servizi srl. Serve per valorizzare al meglio queste realtà, per renderle anche economicamente sostenibili”.

Come? L’ingegner Eminente ha esaminato il tema del fotovoltaico come opportunità di sviluppo degli aeroporti: “Vorremmo inserire il fotovoltaico quale elemento importante per gli aeroporti minori. Rappresenta un’opportunità per affrancarsi dalla dipendenza dai fornitori di energia elettrica tradizionali, costituendo anche una fonte di ritorno economico, di benessere e di vantaggio per i cittadini che si trovano nelle vicinanze dell’impianto”.

“Una delle finalità di Enac Servizi è quella di valorizzare, portare a sistema e modernizzare gli aeroporti minori che sono nella disponibilità di Enac” ha chiarito l’Amministratore Unico di Enac Servizi, Mauro Campana.

Quindi da parte Enac c’è tutta l’intenzione di non dismettere le aree di volo, anzi di integrarle con fini sociali.

E’ bene poi ricordare che l’aeroporto, il terreno dove sorge e le infrastrutture, non sono di proprietà dei comuni o di amministrazioni locali, ma sono demanio aeronautico, quindi appartengono allo Stato di cui Enac è emanazione.

Quindi gli amministratori e i politici che prospettano soluzioni alternative lo fanno ben sapendo che del bene non ne dispongono.

Quindi le soluzioni sono due. La prima è cercare di sfruttare al meglio una struttura che porti beneficio a tutto il territorio, con soluzioni anche ecocompatibili. La seconda è fare le barricate e attendere che il tempo faccia il suo corso e trasformi l’area in un rudere. Un bel campo di patate a chi potrebbe portare beneficio?

Susanna Guarino
Lascio agli altri la convinzione di essere i migliori, per me tengo la certezza che nella vita si può sempre migliorare

1 commento

  1. […] per il futuro dell’aeroporto di Ampugnano pubblicato dalla Gazzetta di Siena in data odierna (https://www.gazzettadisiena.it/ampugnano-aeroporto-per-jet-privati-o-campo-di-patate/), argomento su cui avevamo lanciato una “campagna di opinione” con due nostri interventi nello […]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui