È il primo in Italia in un ospedale pubblico. Significativa la data dell’inaugurazione: il 13 dicembre

I ciechi e gli ipovedenti potranno muoversi in autonomia all’interno dell’ospedale Le Scotte. Inaugurato e attivo all’Azienda ospedaliero-universitaria Senese un sistema tecnologico che favorisce l’accessibilità visiva degli utenti ciechi e ipovedenti che, anche senza l’ausilio di un accompagnatore, possono orientarsi in autonomia e sicurezza all’interno del presidio ospedaliero.

Tale tecnologia è il sistema LETISmart testato e realizzato in collaborazione con l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti (UICI) di Siena. È il primo sistema del genere attivato in un ospedale pubblico in Italia.

Significativa la data dell’inaugurazione: il 13 dicembre è la giornata internazionale dei ciechi e, a Siena, si celebra Santa Lucia, santa protettrice della vista. All’inaugurazione hanno partecipato il direttore generale dell’Aou Senese, Antonio Barretta, insieme all’assessore della Regione Toscana al Diritto alla salute, Simone Bezzini, all’assessore alla salute del Comune di Siena, Giuseppe Giordano, al delegato alla Sanità dell’Università di Siena, Francesco Dotta, al presidente dell’UICI Siena Massimo Vita con Massimo Diodati, presidente Regionale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti (UICI) e di I.Ri.Fo.R. Toscana, Iolanda Torre e Samantha Pelosi, rispettivamente segretaria del Centro di Educazione e Riabilitazione Visiva (CERV) ed insegnante di informatica per disabili visivi del CERV, le autorità cittadini e i professionisti dell’Aou Senese.

“L’ospedale Santa Maria delle Scotte è il primo ospedale in Italia a dotarsi di questo sistema che garantirà una migliore accessibilità ed autonomia alle persone con disabilità visiva – commenta l’assessore della Regione Toscana al diritto alla salute Simone Bezzini – la tecnologia è una delle chiavi per trovare delle soluzioni concrete per gli utenti e questa ne è la dimostrazione. Un plauso all’Azienda e all’UICI Siena per aver messo in campo questa esperienza virtuosa che potrà essere d’ispirazione per altre realtà”.

“Stiamo investendo molto sull’accoglienza con massima attenzione a tutte le necessità dei nostri pazienti – ha spiegato Antonio Barretta, direttore generale dell’Aou Senese – migliorando e potenziando anche l’accessibilità all’ospedale e ai percorsi dei pazienti. Abbiamo ascoltato le necessità segnalate dall’UICI e ci siamo subito attivati, con grande impegno del Dipartimento Tecnico, per dare una pronta risposta ai bisogni segnalati, grazie anche alle potenzialità offerte dalla tecnologia. Quello odierno è un primato importante a cui hanno contribuito tante persone, che ringrazio, e proseguiremo su questa strada”.

“Una giornata importante – ha detto Massimo Vita, presidente UICI Siena – che segnala una modalità di risoluzione dei problemi che porta risultati positivi. Ringrazio il direttore generale e tutto il suo staff per aver recepito il mio input ma soprattutto per aver realizzato il progetto superando ostacoli non facili. La sezione di Siena dell’UICI che rappresento è orgogliosa di aver contribuito a questa bella iniziativa e spera sarà replicata in tutti gli ospedali della Toscana”.

Il sistema LETISmart è basato su una rete di segnalatori radio (radiofari o tag) posizionati in punti utili all’orientamento che, attraverso l’emissione di impulsi sonori, guidano gli utenti non vedenti o ipovedenti al raggiungimento di punti di arrivo determinati, rendendoli accessibili a tutti gli effetti. Il sistema LETISmart è costituito da un bastone di dimensioni standard, o in alternativa da una versione portatile chiamata “minipocket”, e da una rete di radiofari installati lungo i percorsi. L’utente tramite i pulsanti presenti sull’impugnatura del bastone può selezionare il percorso da raggiungere.

Una volta selezionato il percorso, l’utente viene guidato dagli impulsi sonori provenienti dai radiofari e può gestire le varie opzioni ed informazioni che verranno proposte tramite messaggi vocali. Ad integrazione del sistema, in punti determinati dei percorsi sono stati inseriti dei sistemi ausiliari ed in particolare: le strisce Loges nella parte iniziale ed esterna del percorso, i dispositivi vocali e tasti braille sugli ascensori interessati oltre alla cartellonistica tattile per indirizzare meglio gli utenti lungo gli stessi percorsi.

In collaborazione con UICI Siena, sono state individuate al momento tre destinazioni all’interno del presidio ospedaliero maggiormente frequentate dai non vedenti: il primo conduce (dall’ingresso principale dell’ospedale) fino in Oculistica (lotto 1, piano 7), il secondo al CERV-Centro per l’Educazione e la Riabilitazione Visiva (lotto 1, piano -1), il terzo in Diabetologia (lotto 3, piano -5).

Inoltre, sono stati individuati ulteriori punti di interesse situati lungo questi stessi percorsi: in particolare il PPU (Punto Prelievi Unico), il CUP, i servizi igienici all’ingresso del Lotto Didattico, il servizio accoglienza centrale, la farmacia, l’URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico) e il bar.

In portineria centrale gli utenti ricevono il “minipocket” oppure il bastone bianco precaricati, con le relative informazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui