Domani alle 17 un dialogo tra il vicedirettore Fao Martina e il professor Riccaboni per il ciclo di alta formazione sull’innovazione nell’agrifood

L’importanza della sovranità alimentare  e la necessità di rendere i sistemi agroalimentari nazionali più resilienti e solidi di fronte e shock e stress: sono questi i temi al centro dell’incontro online con Maurizio Martina, vice direttore FAO, per il quarto appuntamento annuale della Siena Food Lab Academy 2021-2022, il percorso di alta formazione sull’agritech e la sostenibilità delle imprese agrifood, in programma giovedì 9 dicembre dalle 17 alle 18.30 (https://bit.ly/3lD6plp) .

Maurizio Martina verrà intervistato dal prof Angelo Riccaboni, presidente del Santa Chiara Lab – Università di Siena, sul futuro dei sistemi agroalimentari di fronte alle sfide globali del cambiamento climatico. Un confronto che partirà dal rapporto FAO 2021 sullo stato dell’alimentazione e dell’agricoltura (SOFA) alla luce degli effetti della pandemia affrontando le vulnerabilità delle filiere agrifood e le azioni necessarie per rendere i sistemi agroalimentari più resilienti, efficienti, sostenibili e inclusivi.

Siena Food Lab Academy è parte di Siena Food Lab, progetto ideato e promosso dal Santa Chiara Lab-Università di Siena e dalla Fondazione Monte dei Paschi di Siena per il trasferimento tecnologico e l’innovazione del comparto agricolo del territorio senese (https://sienafoodlab.it) avviato a dicembre 2020 e rivolto a 60 aziende del settore olivicolo, vitivinicolo e cerealicolo. Iniziato il 4 novembre, il programma della seconda edizione del percorso formativo, gratuito, prevede 19 lezioni online ogni due settimane fino a giugno 2022.

Per iscriversi occorre registrarsi sul sito Siena Food Lab al link: https://sienafoodlab.it/it/academy

Per informazioni e iscrizioni

https://sienafoodlab.it  | https://sienafoodlab.it/it/academy  | info@sienafoodlab.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui