Al teatro di Sinalunga un assolo di Medea in uno spettacolo di Valentina Banci, seguito l’indomani pomeriggio dall’Immaginario delle “Fiabe Jazz”

Un fine settimana denso di appuntamenti al Teatro Ciro Pinsuti di Sinalunga per la stagione ‘Il Teatro dell’immaginario’. Sabato 2 dicembre alle ore 21:15 continua la stagione di prosa con MEDEaSSOLO s-concert di e con Valentina Banci, traduzione di Paolo Magelli e con le musiche di Arturo Annecchino. Valentina, sola in scena, porterà sul palco del Pinsuti un riadattamento di Medea di Seneca, un concerto per voce (voci) e batteria che si intreccia con le meravigliose musiche originali del Maestro Arturo Annecchino. I tamburi e i piatti, suonati dal vivo, sono come una drammaturgia dell’anima, espressione di un’emozionalità estrema. La Medea di questo soliloquio è una donna oltre il dolore, la tragedia dell’abbandono, dell’esclusione, dell’esilio. Quella di Valentina è una versione audace e profonda di Medea, riconvertita in un monologo che unisce il fascino e la caratura dell’impianto drammaturgico classico a tematiche attuali di grande significato.

Valentina Banci

Domenica 3 dicembre alle ore 17:00, debutta la stagione di Teatro per Ragazzi con Fiabe Jazz – I vestiti nuovi dell’Imperatore della compagnia Teatro popolare d’arte con Roberto Caccavo, Niccolò Curradi, Francesco Giorgi. Fiabe Jazz è un format che trasporta bambini e adulti nel mondo della fantasia: partendo da un palco semivuoto due attori (Roberto Caccavo e Marco Natalucci) e un musicista (Francesco Giorgi) faranno rivivere attraverso situazioni comiche esilaranti la celebre fiaba de I vestiti nuovi dell’ imperatore, utilizzando solo pochi costumi, qualche parrucca, pochissimi oggetti e la musica dal vivo con canzoni originali. L’idea portante di Fiabe Jazz è il concetto di imprevisto che rende, nel bene e nel male, più avventuroso il viaggio: esattamente come quando si è a bordo di una mongolfiera in balìa delle correnti d’aria, noi possiamo solo decollare o atterrare, la direzione la decidono il vento, il fato e l’imprevisto.

Biglietti dello spettacolo disponibili al botteghino del teatro e su Ticketone, al numero 0574603376 (ore 15-19) e su teatropinsuti@fonderiacultart.it www.teatropinsuti.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui