Presto anche il progetto per un nuovo palazzetto dedicato interamente alla scherma che realizzerà l’Università di Siena

Il padel sta davvero diventando lo sport del momento, sia in Italia che a livello internazionale, ed ecco dunque che il Cus ha inaugurato un nuovo campo regolamentare per il gioco del padel e che sarà a disposizione, non solo degli studenti universitari o dei soci della società Cus, ma di tutti coloro che vorranno prenotare il campo per una partita.

Il progetto parte da lontano, da quando cioè la società ha riorganizzato gli spazi sportivi destinati agli studenti universitari. I campi da padel vanno a sostituire i campi da calcetto. Nel centro dell’Acquacalda sono presenti sia un campo regolamentare da padel che uno da padeball, cioè di dimensioni ridotte.

A fare gli onori di casa il presidente del Cus Siena, Giuseppe Gotti: “Vogliamo sempre offrire ai nostri studenti qualcosa di più nuovo e più gradito. Abbiamo visto che il calcetto, come il tennis, attiravano sempre minore attenzione da parte dei nostri studenti, mentre ora va di moda questo nuovo gioco”.

L’occasione è stata anche importante per fare il punto sugli sviluppi futuri degli impianti sportivi del Cus. L’auspicio della società, infatti, è quello di veder realizzato presto un nuovo palazzetto che sarà utilizzato come palestra di scherma. Due nomi su tutti legato alla scherma, quello di Alice Volpi e Margherita Zalaffi, che hanno portato il nome di Siena sul tetto del mondo alle Olimpiadi.

Presente anche il rettore dell’Università degli studi di Siena, Francesco Frati: “E’ un piacere essere qui. Questa per noi rappresenta un’ulteriore opportunità di sport per i nostri studenti, in una disciplina che ha vissuto una grande popolarità negli ultimi anni e che rappresenta una importante aggiunta nella nostra selezione di attività”.

E’ intervenuto anche l’assessore allo sport del Comune di Siena Paolo Benini: “E’ culturalmente importante dedicarsi allo sport, dobbiamo coniugare la qualità della vita con lo sport e fare un passo d’avanti per l’evoluzione di questa città”, ha detto l’assessore. “Prestiamo ancora troppo poca attenzione allo sport”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui