Mps

A chiederla alla Commissione europea è stata la Bluebell Partner nell’ambito dell’aumento di capitale. La Banca rischia di dover restituire 160 milioni

L’Italia rischia una procedura d’infrazione da parte della Commissione europea a causa dell’aumento di capitale di Mps. A chiederla è stata la Bluebell Partners, società di Giuseppe Bivona, secondo cui la Banca avrebbe ricevuto aiuto di Stato illegali. Nel caso in cui Bruxelles dovesse far partire la procedura potrebbe proporre una serie di misure per evitare che sia danneggiata la concorrenza sui mercati come la restituzione di 160 milioni da parte di Mps allo Stato, la trasformazione in equity del 30% dei prestiti subordinati, il divieto per la Banca di sottoscrivere qualunque nuovo accordo commerciale con Axa, Anima ed Algebris fino alla fine del 2024 e di distribuire dividendi alle join-ventures.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui