“E’ stato un palio molto lottato”

Adrian Topalli è al quarto successo al palio di Bientina. Ieri una vittoria molto bella in una finale lottata fino all’ultimo centimetro con Guerrazzi. Ecco le impressioni del fantino vincitore.

Adrian, intanto raccontaci la batteria

“Nella batteria ero con Guerrazzi, Forra e Santa Colomba. Ero sicuro che un Unamore (cavallo di Guerrazzi n.d.r) girasse bene mentre sugli altri due (Veranu e Zeniata n.dr) avevo dei dubbi perché non li avevo mai visti provare forte. Ho cercato quindi di fare una batteria in attesa perché non volevo rischiare di entrare in curva tutti insieme. Ho aspettato che qualcuno commettesse qualche errore e così è stato. Erano tutti dei bei cavalli però Bientina ti guarda in faccia: è uno dei palii più difficili. Alla fine con Dino Pes ci siamo qualificati in mano”.

La finale, invece, è stato molto lottata…

“In finale mi aspettavo che potesse essere un palio agguerrito. Sono partito davanti io, stavo facendo una bella andatura: Benito è un cavallo di motore però è ancora giovane. Dino già aveva provato a passarmi all’interno al primo giro poi al secondo giro il cavallo mi ha allargato. Dopo ho provato un nuovo attacco: Unamore ha preso una traiettoria un pò troppo bassa e sono riuscito a passare di nuovo in testa. Devo dire che è stato veramente combattuto: io lo volevo vincere e Dino altrettanto”.

Era proprio Guerrazzi l’accoppiata che temevi di più?

“Eh sì per forza anche perché avevano già vinto lo scorso anno. Un altro cavallo che temevo era Uragano Rosso (Viarella n.d.r) che mi sarei aspettato in finale. Anche Uan King (Puntone n.d.r) era un altro cavallo che temevo. In generale erano i cavalli più esperti quelli che temevo di più. A Bientina poi non c’è mai da sottovalutare nessuno perché secondo me anche uno dei cavalli più giovani avrebbe potuto fare la prestazione”

Il rapporto con le Quattro Strade viene da lontano..

“Sicuramente, è un rapporto che è iniziato quando ci ho vinto la prima volta poi ci sarei dovuto ritornare ma c’è stato il Covid e loro poi sono stati squalificati. Alla prima occasione ci sono subito tornato ed è andata bene: sono contento”

Il tuo Benito ti ha sorpreso?

“Sinceramente no anche se speravo che mi girasse un pò più stretto. Facevamo un’andatura molto sostenuta e tendeva ad allargare un pò in curva però a livello di galoppo non mi ha sorpreso. Quest’anno ha vinto a Pian delle Fornaci ed è arrivato secondo a Fucecchio: ha dimostrato di avere un bel galoppo”.

Quali sono i tuoi prossimi appuntamenti?

“Sicuramente farò un palio in Sardegna che faccio sempre dopo Bientina. Sarò poi a Feltre, il 15 agosto a Fermo e poi c’è Asti. Ormai siamo quasi alla fine della stagione”.

A chi dedichi questa vittoria?

“Alla mia famiglia e alla contrada Quattro Strade per la fiducia che mi ha dato”.

Francesco Zanibelli
Sono appassionato del Palio di Siena, della sua Storia e di tutte le corse dei cavalli a pelo italiane. Mi interessano le nuove tecnologie e sono appassionato di musica, storia e geopolitica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui