Nottilucente

Sabato 25 giugno, dalle 17 e fino a tarda notte, tanti appuntamenti nelle piazze e vie del centro storico di San Gimignano

Nottilucente inaugura l’estate sangimignanese con una kermesse ricca di eventi: un’edizione, l’undicesima, nel segno della rigenerazione umana. Nottilucente rientra, infatti, nel palinsesto di Volterra Prima Città Toscana della Cultura 2022. E, infatti, sarà presente una delegazione da Volterra 2022 capeggiata dall’assessore alla Cultura della città pisana Dario Danti.

Dopo il fine settimana della Ferie delle Messi, sabato 25 giugno dalle ore 17 fino a tarda notte tanti appuntamenti nelle piazze e nelle vie del centro storico grazie alla manifestazione organizzata da Culture Attive in collaborazione con l’Amministrazione comunale di San Gimignano e con il sostegno di ESTRA.

Abbiamo intervistato Martina Marolda, dello staff artistico di Culture Attive, per sapere di più su questa notte della cultura che accenderà il centro storico sangimignanese.

Quest’anno Nottilucente affronta il tema delle Aderenze Emotive: “Vista la delicata fase storica e umana che stiamo vivendo – ha spiegato Marolda – abbiamo sentito urgentemente la necessità di ripartire proprio dalle relazioni tra persone, ricucendole attraverso le emozioni, mostrando, quindi, tutte le nostre cicatrici. Nel pensare artisticamente questa edizione, ci siamo ispirate alla finissima arte giapponese del Kintsugi di riparare e dare nuova vita, attraverso l’oro, a oggetti rotti, incrinati, a frammenti indefiniti. Pratica questa che, per sua natura, ha la capacità di rendere l’oggetto riparato ancora più prezioso rispetto all’originale”.

Oltre allo staff della Nottilucente Academy, della quale vi avevamo parlato in questo articolo e della quale fanno parte Chiara Bacciocchi, Sofia Giuntini, Domitilla Marzuoli, Margherita Peccia, Fiorella Totaro, Chiara Viani, Bianca Arcangioli e Caterina Guarguaglini, ad affiancare lo staff di Culture Attive nei vari ambiti organizzativi della manifestazione, ci sono anche 10 studenti dell’Istituto istruzione superiore Roncalli di Poggibonsi nell’ambito dell’alternanza “scuola-lavoro”.

“Nottilucente non si è mai fermata in questi anni – ha affermato Carolina Taddei, assessora alla Cultura del Comune di San Gimignano – nonostante la pandemia, il festival ha creato sempre, in questi undici anni, attraverso la cultura e l’arte, un’occasione di riflessione, attenzione, cura. Poter tornare a un’edizione che, oltre a questi temi, porta anche l’allegria è veramente un regalo. Voglio soltanto ringraziare, con le mie parole, tutti coloro che partecipano in vario modo al festival, perché organizzare Nottilucente è, è stato e sempre sarà una pura follia. Sarà l’amore per la cultura, sarà l’amore per la nostra città, ma siamo felici che ancora Nottilucente accada e trasformi San Gimignano”. 

Questa edizione vede la direzione artistica di Alessandro J. Bianchi, storica figura di Nottilucente: attore, regista e pedagogo teatrale, si occupa da anni di teatro in carcere, sia presso la Casa di Reclusione di Massa che quella di Ranza. Assieme alla compagnia Empatheatre ed Experia ha sviluppato, attraverso il suo teatro sociale, temi legati alla rigenerazione umana.

Nottilucente si riapproprierà di vie e piazze grazie agli artisti, poeti, performer, musicisti, cantautori, associazionismo locale, giovani creativi e tutta una comunità pronta a illuminare questa festa: sono loro il cuore della manifestazione.

Nottilucente: il programma prevede oltre 30 eventi, tutti a ingresso libero, dalle 17 fino a tarda notte dedicati ai piccoli e ai grandi con installazioni video-fotografiche, rappresentazioni teatrali, performance, dj set, live musicali, passeggiate poetiche, salotti all’aperto, mostre, laboratori per bambini, spettacoli pirotecnici. Tutto questo costituisce Nottilucente, con la partecipazione delle associazioni sangimignanesi e tanti ospiti da scoprire. In scena le sonorità e le splendide voci di Accademia dei Leggieri, del Coro Polifonico di San Gimignano, de Il Pentagramma, di Labirinto Armonico, della Filarmonica Puccini, di FIOFA; la mostra di Chiara Tambani; le video proiezioni con i corti di Visioni in Movimento; l’installazione diffusa e la performance a cura del collettivo Fare Mente Locale; l’esposizione di arti varie dell’associazione Arte LiberaMente, ilpunto dell’illustrolibreria Dalet di Domitillla Marzuoli e quello del progetto Enjoy&Respect, a cura degli studenti dell’IC Folgore da San Gimignano; le sonorità psichedeliche di Audio Pump’n’Flex, Wild Elsa e Semi; il light-show in stile floydiano dei Pink Noise, sponsorizzato dalla Società Agricola Panizzi Srl, le installazioni e i laboratori con i bambini e ragazzi di Associazione Badia, Stephane Ngono, OCRA – Orchestra da Camera di Radicondoli; le performance coinvolgenti di Pulsar, Compagnia Teatrale della C.R. di San Gimignano “Talibè Teatro” ed Experia APS; la passeggiata poetica con Elisa Biagini e Samuele Beconcini.


La manifestazione si concluderà a tarda notte con la consueta colazione offerta dall’Amministrazione Comunale, grazie alla collaborazione con la CR Ranza di San Gimignano.

https://youtube.com/watch?v=w-Fabo0glB8
https://www.youtube.com/watch?v=w-Fabo0glB8

A causa del prolungarsi della degenza post operatoria Tommaso Novi non potrà essere presente a Nottilucente. L’ospite che, con le sue note, invaderà la magnifica location della Rocca di Montestaffoli sarà Marco Parente con il suo Ready Made Life Tour.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui