Ecco le motivazioni che hanno portato la Covisoc a bocciare la domanda presentata dal Siena

La Covisoc ha presentato le motivazioni che hanno portato alla bocciatura della domanda del Siena per l’ammissione in Serie C. Alla base dell’esclusione della società bianconera non c’è solo l’assenza della fideiussione dal 350mila, ma anche altri elementi.

Innanzitutto il mancato versamento delle ritenute Irpef (15 mensilità da ottobre 2021 ad agosto 2022 e da gennaio ad aprile 2023) e contributi Inps (periodo gennaio 2022-maggio 2023), poi il mancato deposito autocertificazione del Siena sui debiti verso Figc ed altri affiliati e i mancati pagamenti in favore del tesserato Tommaso Bianchi e del responsabile medico sanitario, del delegato per la gestione dell’evento, del responsabile Finanza Amministrazione e Controllo, del Responsabile Marketing/Commerciale e del Responsabile Ufficio Stampa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui