Acos Siena dona copertine, cappellini, scarpine e dudù ai piccoli pazienti della Terapia intensiva neonatale

Bellissimo gesto da parte di Acos, Associazione Cattolica Operatori Sanitari di Siena, per i piccoli pazienti della Terapia intensiva neonatale dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese.

Le associate ACOS, in collaborazione con alcune ospiti della Rsa Le Ville di Porta Romana e altre amiche, con grande abilità hanno infatti realizzato copertine, cappellini, scarpine e dudù, componendo veri e propri completini per i prematuri.

“Questi accessori – spiega Manola Pomi, presidente ACOS Siena – sono molto importanti per il normale sviluppo neurosensoriale del bambino nel periodo, talvolta lungo, di permanenza in incubatrice. Per questo abbiamo deciso di preparare questi kit, grazie al lavoro delle associate ACOS e di tutte coloro che hanno risposto con generosità e sensibilità nella realizzazione di questi doni così utili”.

A consegnare la donazione, oltre alla presidente Pomi, presenti per ACOS Daniela Fabbri, Donatella Coppi e Marina Bossini. A ricevere i kit per l’Aou Senese presenti il direttore generale Antonio Barretta, la direttrice sanitaria Maria De Marco, la direttrice della Terapia intensiva neonatale Barbara Tomasini e gli altri professionisti del dipartimento e del reparto.

L’ACOS è un’Associazione Cattolica di Operatori Sanitari impegnata a qualsiasi livello operativo nel contesto socio-sanitario-assistenziale, estesa a livello nazionale e la  sede centrale è a Roma. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui