Continua la striscia positiva del Siena che ha conquistato 10 punti nelle ultime quattro partite

Il Siena continua la sua striscia positiva. Batte in casa la Fermana per 2-0 e vola all’ottavo posto in classifica. Mister Padalino colleziona 10 punti nelle ultime 4 partite, non male visto l’andamento che i bianconeri avevano prima del suo arrivo. Il Siena batte la Fermana grazie ai gol di Terigi, al terzo minuto e di Cardoselli, al nono della ripresa.

“A distanza di pochi giorni – afferma Pasquale Padalino – non era facile ripetere una prestazione di questo livello. C’è grande soddisfazione, soprattutto per come è arrivata questa vittoria. Abbiamo alternato buone giocate, a momenti di sofferenza. Questo è segno che la squadra c’è e i complimenti vanno a tutti. I ragazzi hanno capito che per arrivare a certi risultati bisogna attraversare anche momenti difficili, come è stata la partita di oggi. Affrontavamo una squadra tosta, che corre molto e mette in difficoltà chiunque. Ci siamo difesi bene e abbiamo colpito nei momenti giusti della partita. I ragazzi stanno crescendo anche di condizione e anche i nuovi si sono integrati molto bene.

“Non mi aspettavo di giocare – sostiene Micheal Fabbro – tutta la partita. Sono contento, era una partita importante e i tre punti erano fondamentali. Sono soddisfatto anche della prestazione personale perché sono stati mesi difficili per me. Ho scelto di tornare perché conoscevo la piazza, la società e i tifosi che mi sono sempre rimasti nel cuore. Siena è un lusso in confronto alle altre squadre di serie C“.

I bianconeri riprenderanno gli allenamenti domani pomeriggio in vista della difficile trasferta di Chiavari. Lunedì sera infatti i ragazzi di mister Padalino affronteranno la Virtus Entella, una delle migliori formazioni del nostro campionato. Sarà un bel test per i bianconeri per confrontarsi con una delle prime della classe.

“Il mister mi ha chiesto di fare il quinto di centrocampo – sostiene Francesco Disanto – perché abbiamo avuto un pò di problemi a livello numerico e di conseguenza, giocando in quel ruolo lì, devi fare bene sia la fase offensiva che difensiva. Per caratteristiche preferisco fare l’esterno offensivo ma se c’è bisogno di fare un ruolo diverso, per esigenza della squadra, sono pronto a farlo. Il gruppo era affiatato prima, anche se le cose non andavano benissimo, e i nuovi arrivati si sono ambientati molto bene. Io sono arrivato qui in punta di piedi per fare la serie D. Ho avuto la fortuna di rimanere in una piazza di questo tipo, sono stato abituato al fatto che il posto non te lo regala nessuno, quindi cerco sempre di allenarmi al 100% per dare, la domenica, una mano alla squadra”.

Sono Lorenzo Vullo, un ragazzo di 23 anni, nato a Siena e laureato in Scienze Politiche e relazioni internazionali. Mi piace lo sport, la cultura, la politica e ho molto interesse per le nuove forme di comunicazione. Nel mio breve percorso lavorativo ho uno stage presso la redazione giornalistica di Radio SienaTV.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui