Agnello: “Contro la Pianese dobbiamo vincere per noi e per i tifosi”. Haruna: “Sono contento di giocare in questo grande club”. Morisi: “Orgoglioso per il mio esordio”

Dopo il 5-0 contro la Sinalunghese già retrocessa ottenuto sul campo neutro di Badesse, i giocatori bianconeri sono già con la testa all’importantissima sfida di mercoledì contro la Pianese. La gara di Piancastagnaio, ultima partita del campionato, deciderà chi tra le due squadre andrà ai play-off. Tuttavia, mentre alla Pianese basterà un pari, il Siena sarà obbligato a vincere per accedere agli spareggi che determineranno la griglia dei ripescaggi. Una partita molto delicata, al punto che nessun bianconeri parlerà alla stampa da qui fino a mercoledì.

Uno dei principali protagonisti della gara di oggi è stato Luca Orlando che, subentrando a capitan Guidone, ha segnato la sua prima doppietta in bianconero: “Una volta sbloccate – spiega l’attaccante – è normale che in queste partite vengano fuori le motivazioni e la qualità. I due gol che ho segnato sono una motivazione in più. Per un attaccante fa sempre bene segnare. Adesso andiamo a giocarci i play off, abbiamo tre giorni per preparare la partita, per riprenderci qualcosa che ci siamo persi per strada. Mi trovo meglio da seconda punta, ma posso fare la prima, con caratteristiche diverse da Guidone”.

A segno anche il centrocampista Adamu Haruna: “Abbiamo fatto un gran partita – spiega il giocatore bianconero -, adesso faremo di tutto per andare ai play-off. Il gol? Sono molto contento, è un gran gol, è stato molto bello l’assist di Agnello. Mi piace fare il centrocampista, ma possono giocare anche terzino destro, io sono disponibile a fare tutto. Sono molto contento della mia stagione e di essere in questa grande squadra“.

Uno degli uomini più in forma tra i bianconeri è Ciccio Agnello, in gol per la seconda partita di fila: “Sono contento per la mia prestazione – spiega il centrocampista -, ma quello che conta è il risultato della squadra. Adesso dobbiamo fare un ultimo sforzo per cercare di centrare l’obiettivo dei play-off. Dal ritorno del mister abbiamo fatto un bel filotto di vittorie, in queste ultime partite ci siamo un po’ ripresi. Dobbiamo vincere per noi, per lo staff e per i tifosi. Il periodo negativo? Con il Montespaccato è stata una partita un po’ anomala, contro il Trestina e il San Donato sono stati decisivi gli episodi. Qualcosa sicuramente abbiamo lo sbagliato, adesso siamo stati bravi a riprenderci, manca l’ultimo sforzo“.

Una piacevole novità di giornata è stata l’esordio nel corso della gara di Andrea Morosi, classe 2004: “Non mi aspettavo che il mister escludesse Mignani. Sono contento che mi abbia dato questa occasione e sono felice per la mia prestazione. Sono entrato a risultato acquisto, quindi ero più tranquillo. Il mio ruolo? Nasco attaccante esterno, ma mister Argilli nelle giovanili mi ha inventato terzino. Sono tre anni che sono a Siena, sono fiero del fatto che mister Gilardino mi abbia portato in prima squadra. Non mi aspettavo di entrare, quando mi ha chiamato è stato un grande orgoglio“.

Molto indispettito dalla prestazione dei suoi invece il mister della Sinalunghese Simone Marmorini: “Sono più che arrabbiato – afferma il mister -, siamo retrocessi è vero, ma lo abbiamo fatto in modo dignitoso. Oggi invece abbiamo allenato la tensione e abbiamo mostrato tutti i nostri limiti. Abbiamo fatto una figura pessima, chiedo scusa alla società e ai tifosi, non sono abituato a vedere delle prestazioni di questo tipo e non possiamo farle adesso che siamo retrocessi, evidentemente non sono stato in grado di far capire ai ragazzi quanto fosse importante questa partita. E’ una questione di dignità, alle prima difficoltà ci siamo squagliati, mi assumo la responsabilità del risultato di oggi”.

Non ha parlato in conferenza stampa invece oggi l’allenatore bianconero Alberto Gilardino.

Sono nato a Melito di Porto Salvo (RC) e mi sono diplomato al Liceo Classico di Reggio Calabria. Dopo la maturità, ovvero sia più di sei anni fa, mi sono trasferito a Siena, una città che ormai è più di una seconda casa. Qui ho conseguito una laurea triennale in Scienze Politiche e una magistrale in Scienze Internazionali e Diplomatiche. Da sempre appassionato alla scrittura, il mio proposito è quello di raccontare ciò che mi accade intorno in modo obiettivo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui