“E’ normale che ci sia sempre qualcosa da migliorare, ma questa vittoria è sinonimo di compattezza, c’è grande senso di appartenenza”

E’ stata una grande vittoria quella del Siena sul campo del Tiferno Lerchi, può essere sicuramente soddisfatto l’allenatore bianconero Alberto Gilardino: “E’ una vittoria di cuore, di grinta – spiega il mister – i ragazzi l’hanno voluta fortemente, gli va dato grande merito. Sapevamo che era una campo difficile, dove non hanno vinto in molti. E’ normale che c’è sempre qualcosa da migliorare, ma la squadra ha interpretato nel modo migliore questa gara, i ragazzi hanno fatto un grandissimo primo tempo e nel secondo tempo sono stati bravi a reggere e poi a chiuderla”.

Questa vittoria è sinonimo di compattezza – continua Gilardino – è stata una vittoria di gruppo, sono felice, c’è grande senso di appartenenza. Abbiamo lavorato bene in tutti i reparti, siamo stati bravi a tenere alta la linea difensiva, abbiamo recuperato tanti palloni”.

La brutta notizia, in vista della gara contro la Flaminia, è l’infortunio di Carminati, visto che Terigi e Crocchianti sono ai box e Farcas sarà squalificato: “In difesa siamo in emergenza – spiega il mister – dovremo fare delle valutazioni. Carminati ha un fastidio ad un flessore, mentre Guidone ha avuto un problema alla schiena durante il riscaldamento. Ma arriverà un difensore arriverà tra domani e martedì. Forte è rientrato bene, dopo un lungo percorso di riabilitazione. Oggi ha fatto un ottimo lavoro. Anche Padulano è entrato e ha dato tanto, ma deve recuperare un po’ di condizione. Orlando è stato titolare all’improvviso ma ha fatto molto bene. Zulpa difensore centrale? Può farlo, ma è più un play, e poi ancora non ho avuto modo di vederlo molto all’opera, devo farmi un’idea”.

L’eroe del giorno è ovviamente Agnello, autore di una doppietta: “Non è importante chi segna ma la squadra – afferma il centrocampista bianconero -. Oggi, in particolare, sono contento per Mignani, sul mio gol è stato molto bravo a darmi la palla in profondità. Non meritavamo il periodo che abbiamo passato, ma quando si gioca per il Siena non bisogna mollare un centimetro. Orlando ha sostituito Guidone in maniera ottima. Non guardiamo la classifica, guardiamo partita per partita. Dedico questa doppietta a miei cugini”.

Oltre ad un grandissimo assist per il primo gol di Agnello, Guglielmo Mignani ha anche propiziato l’autogol del Tiferno Lerchi: “Loro sono una squadra forte – afferma l’attaccante bianconero – noi siamo riusciti a passare in vantaggio, siamo stati bravi, non abbiamo concesso quasi nulla, questo dimostra la nostra forza. Io do sempre il massimo, cerco sempre il tackle, a volte va bene come oggi sul primo gol, a volte va male e vengo ammonito. Contro lo Scandicci dovevo gestire meglio un paio di ripartenze, ma oggi ce l’ho fatta a passarla ad Agnello. Maglia da titolare? Do sempre il 100% in allenamento, cerco di avere la fiducia del mister, ma ciò che conta è la vittoria insieme, poi la mia prestazione e se sono titolare. Dal punto di vista sono contento della stagione, anche se non devo mai accontentarmi, tre gol sono pochi, ne devo fare di più”

Diverso invece l’umore dell’allenatore del Tiferno Lerchi Federico Onofri: “Non meritavamo la sconfitta dal punto di vista del gioco – spiega il mister degli umbri – è stata una partita equilibrata, sul primo gol abbiamo perso una palla ingenua. Il calcio molte volte è determinato dagli episodi, il 2-0 a fine primo tempo era troppo pensate. Certo, il Siena oggi ha fatto una partita molto tosta, con l’arrivo dei nuovi è tornato l’entusiasmo, ho visto una squadra più cattiva a livello agonistico, non so se è troppo tardi, ma non spetta a me dirlo. Dispiace per i miei ragazzi”.

Sono nato a Melito di Porto Salvo (RC) e mi sono diplomato al Liceo Classico di Reggio Calabria. Dopo la maturità, ovvero sia più di sei anni fa, mi sono trasferito a Siena, una città che ormai è più di una seconda casa. Qui ho conseguito una laurea triennale in Scienze Politiche e una magistrale in Scienze Internazionali e Diplomatiche. Da sempre appassionato alla scrittura, il mio proposito è quello di raccontare ciò che mi accade intorno in modo obiettivo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui