Finisce a reti bianche la prima trasferta stagionale dei bianconeri. Annullato nel primo tempo un gol a Paloschi. Buone prestazioni per Lanni e Disanto

Teramo – Siena 0-0
Reti: /
Teramo (4-3-3): Tozzo; Hadziosmanovic, Soprano, Piacentini, Rillo; Mungo, Arrigoni, Viero (30′ st Rossetti); Malotti (41′ st Bouah), Bernardotto (30′ st Birligea), Rosso (21′ st Fiorani). A disp. Agostino, Ndreacka, Trasciani, Cappa, Surricchio, Bellucci, Cuccurullo, Kyeremateng. All. Guidi.
Siena (4-3-3): Lanni; Mora, Milesi, Terigi, Favalli (30′ st Farcas); Bani (24′ st Bianchi), Acquadro, Cardoselli; Varela (40′ st Karlsson), Paloschi (24′ st Guberti), Disanto (24′ st Caccavallo). A disp. Mataloni, Zaccone, Terzi, Marocco, Marcellusi, Darini. All. Gilardino.
Arbitro: Ferrieri di Livorno
Note: Ammoniti Bani, Rillo, Soprano, Acquadro, Piacentini; Angoli 7-2; Recupero pt 1′, st 3′. Spettatori 1111 (57 da Siena).

Termina 0-0 la prima trasferta del Siena in questa stagione. Dopo un avvio spettacolare, con numerose occasioni per entrambe le squadre, la partita è diventata molto fallosa e quindi spezzettata. Per i bianconeri forse un piccolo passo indietro rispetto alla grande prova di forza di domenica scorsa, ma la squadra di Gilardino ha raccolto comunque un buon punto, mantenendo ancora inviolata la porta di Lanni.

Primo tempo – Gilardino fa esordire dal primo minuto Paloschi, con Varela e Disanto ai suoi lati, lasciando in panchina Guberti. In difesa Favalli prende il posto di Farcas. Nel primo minuto e mezzo subito un’occasione per parte: per il Siena ci prova Disanto, dopo un errore della difesa del Teramo, ma il suo tiro è debole; per i padroni da casa risponde Malotti con un sinistro dal limite dell’area, con Lanni che si rifugia in corner con un grande intervento. Al 7′, grazie ad un’uscita a vuoto di Tozzo, Paloschi segna il suo primo gol con la maglia bianconera, ma il guardalinee annulla la rete per fuorigioco. Il Teramo gioca bene e colleziona angoli, ma è il Siena ad essere più pericoloso: all’11’ gran cross di Disanto sulla destra e colpo di testa di Cardoselli in area che finisce di poco a lato dalla porta di Tozzo. Al 22′ primo strappo di Varela, che salta Rillo e calcia rientrando sul sinistro, ma non riesce a dare forza alla conclusione. Nella seconda metà del primo tempo le due squadre abbassano i ritmi e la gara perde la spettacolarità iniziale, a causa anche di numerosi falli. Al 44′ i biancorossi vorrebbero un calcio di rigore per un fallo in area di Milesi per Bernardotto, ma per l’arbitro non c’è nulla. Si va a riposo sullo 0-0, con qualche protesta dei padroni di casa che, oltre al rigore, vorrebbero anche un cartellino rosso per un fallo di Acquadro, che viene solo ammonito.

Secondo tempo – Anche nella ripresa il primo squillo è del Siena: al 2′ una brutta palla persa di Rosso fa scattare il contropiede di Disanto che scarica una gran botta verso la porta avversaria, ma Tozzo non si fa sorprendere. Passano due minuti e Paloschi intercetta di testa un cross teso di Mora, ma non riesce a trovare lo specchio della porta. Al 6′ Viero pesca Mungo che si inserisce alle spalle di Terigi, ma poi davanti a Lanni non riesce a colpire bene. Nel corso del secondo tempo l’intensità di alza di nuovo e il Siena soffre un po’, pur risultando pericoloso in contropiede. Al 24′ Gilardino cerca di cambiare la partita con un triplo cambio: fuori Disanto, Paloschi e Bani e dentro Caccavallo, Guberti e Bianchi. Al 36′ è Malotti a creare qualche apprensione ai bianconeri su punizione, ma Lanni respinge con sicurezza. Pochi minuti dopo esce anche Varela e fa il suo esordio con la maglia del Siena Karlsson. Al 42′ il neoentrato Bouah si fa subito notare con una conclusione insidiosa deviata in angolo da Milesi. Proprio sul corner, Soprano ha una gran palla gol per fare 1-0, ma la mette fuori. Nel recupero è ancora il Teramo ad andare vicino al gol della vittoria, ma Fiorani non trova la porta da pochi metri.

Sono nato a Melito di Porto Salvo (RC) e mi sono diplomato al Liceo Classico di Reggio Calabria. Dopo la maturità, ovvero sia più di sei anni fa, mi sono trasferito a Siena, una città che ormai è più di una seconda casa. Qui ho conseguito una laurea triennale in Scienze Politiche e una magistrale in Scienze Internazionali e Diplomatiche. Da sempre appassionato alla scrittura, il mio proposito è quello di raccontare ciò che mi accade intorno in modo obiettivo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui