Edizione 2020 di Cinema sotto il Castello: 13 serate in programma in tutto il territorio comunale, dal 9 luglio al 1 settembre; ingresso gratuito

Manca poco all’appuntamento con Cinema sotto il Castello, rassegna cinematografica ad ingresso gratuito promossa dal Comune di Monteriggioni, organizzata dalla Monteriggioni AD1213, che quest’anno incontra la Sagra del Cinema, kermesse cinegastronomica ideata e promossa dall’associazione MenteGlocale. 

Da giovedì 9 luglio a a martedì 1 settembre, 13 serate di cinema a ingresso gratuito in tutto il territorio comunale (Castellina scalo, Badesse, Quercegrossa, Strove, San Martino, Belverde, Uopini); in programma film per tutti i gusti, dalle pellicole di animazione ai grandi classici, fino ai titoli più recenti.

“L’iniziativa dedicata alla settima arte fa parte di un più ampio cartellone di eventi che coprirà l’intero periodo estivo, come mai era accaduto prima.” spiega Marco Valenti, assessore alla Cultura del Comune di Monteriggioni “Nello specifico, abbiamo lavorato su una programmazione eterogenea con una proposta popolare e di qualità, che mette insieme commedia, film d’autore e animazione per bambini”.

Tra i titoli, infatti, spiccano classici (Cari fottutissimi amici, girato da Monicelli anche nel territorio monteriggionese), pellicole contemporanee (Bohemian RhapsodyCome un gatto in tangenziale) e film per bambini di tutte le età. Si comincia con la celebre trilogia di Smetto quando voglio – giovedì 9, venerdì 10 e sabato 11 luglio; giovedì 16 luglio a Castellina scalo sul grande schermo gonfiabile della rassegna itinerante verrà proiettato Il grande salto, di e con Giorgio Tirabassi; giovedì 23 luglio, a Badesse, ecco Checco Zalone e il suo Quo Vado?giovedì 30 luglio a Quercegrossa, il capolavoro animato Inside outmartedì 4 agosto a StroveIl ponte delle spie, dell’accoppiata Steven Spielberg e Tom Hanksmartedì 18 agosto a San Martino, il toro “pacifista”Ferdinanddomenica 23 agosto a Belverde3 manifesti a Ebbing, Missouri.

Si chiuderà martedì 1 settembre Uopini con Bangla, il caso cinematografico dell’anno del giovane Phaim Bhuiyan, miglior regista esordiente al David di Donatello 2020.

Come spiega Andrea Ferrini, Amministratore Unico della società Monteriggioni A.D.1213 Srl: “Si tratta di un’iniziativa ampia e unica nel suo genere, che con una proposta di ben 13 titoli, tra film al Castello e nelle frazioni, porterà il cinema nei quartieri con una programmazione culturale diffusa e di qualità”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui