L’associazione RiColleghiamo scommette sulla cristallofonia, con grandi ambizioni per l’anno 2024

Un concerto di cristallo.

Non si tratta di una metafora o di un abbinamento poetico, bensì proprio una iniziativa legata alla cristallofonia, ovvero musica realizzata con i bicchieri di cristallo.

Le melodie ottenute sono incredibili: suonando i calici, riempiti con più o meno acqua, e fissati sopra una cassa di risonanza di legno, è possibile produrre un suono molto vario, tale da poter esser paragonato a una piccola orchiestra di flauti e violini.

A perseguire la musica cristallina, l’associazione RiColleghiamo, sempre attenta a valorizzare le radici culturali di Colle.

Ed è così che il 25 di giugno, alle ore 19 si terrà il concerto dell’artista Robert Tiso, dal titolo “la voce del Cristallo“, una esibizione veramente singolare, che a Colle Val d’Elsa acquista un significato ancora maggiore.

Per rendere al meglio, il concerto avverrà in una delle chiese storiche della città, e sarà un po’ una puntata zero, per un progetto ancora più ambizioso: una vera rassegna musicale.

Infatti l’associazione RiColleghiamo sta pensando al Festival della Musica di Cristallo, la cui prima edizione si terrà nel 2024.

Un’iniziativa assai innovativa e carica di emozioni, che collega l’identità storica di Colle con tecniche musicali innovative e ricercate.

Un vero laboratorio culturale, per una città del cristallo sempre all’avanguardia.

Paolo Moschi
Un etrusco con gli occhi puntati sulla Valdelsa. Aperto a tutto quanto si muove nelle città e nei paesi a nord di Siena, per raccontare la vitalità di terre antiche e orgogliose, ma anche dal cuore grande

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui